Dal palazzo

L'appello

Medico aggredito al Policlinico, Lionti (Uil): «Il personale sanitario sia tutelato»

Il sindacato condanna l’ennesimo atto di violenza e sollecita più controlli e sicurezza negli ospedali siciliani.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. La Uil Sicilia e Area Vasta, guidata da Luisella Lionti (nella foto), condanna l’ennesimo atto di violenza nei confronti del gastroenterologo del Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo, aggredito durante le ore di lavoro.

«Esprimiamo tutta la nostra solidarietà, è un atto vile e vergognoso. Il personale sanitario deve essere tutelato- afferma Lionti- È inammissibile che atti cosi criminali possano ripetersi. Già da tempo questo sindacato chiede più controlli e sicurezza negli ospedali. È necessario, inoltre, potenziare la pianta organica coinvolgendo il personale sanitario, in attesa da anni della riqualificazione, e utilizzare nuovo personale medico, infermieristico e amministrativo valorizzando così l’esperienza dei tanti precari in prima fila nell’emergenza Covid, a partire dal personale Usca».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche