Dal palazzo

Esperti a confronto

Medicina della riproduzione, dal 27 al 29 giugno convegno a Palermo

Presidenti il prof. Antonio Perino e il dr. Giuseppe Valenti. L'obiettivo è affrontare le tematiche specifiche delle tante facce che compongono la PMA.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. “Processi e modelli in medicina della riproduzione“: è il tema del convegno che si terrà a Palermo il 27, 28 e 29 giugno (Best Western “Ai Cavalieri Hotel”) con presidenti il prof. Antonio Perino e il dr. Giuseppe Valenti.

L’obiettivo dell’iniziativa (per il programma scientifico (CLICCA QUI ) è affrontare le tematiche specifiche delle tante facce che compongono la PMA. Saranno approfonditi gli aspetti giuridici, l’infuenza dell’intelligenza Artifciale, l’importanza di personalizzare le terapie, la qualità del laboratorio, l’importanza dello spermatozoo, il ruolo delle MST, il ruolo di una corretta alimentazione e l’importanza di un corretto approccio con le coppie sterili. L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria sino ad esaurimento posti disponibili: CLICCA QUI.

Oltre il 15% è il tasso ufficiale di infertilità in Italia. È uno dei più bassi (1,3 figli per donna) d’Europa e la denatalità potrebbe presto portare a una crisi del sistema del Welfare e a un ricambio generazionale sempre più difficile. E allora la stretta attualità induce ad accendere ancora la luce dei riflettori sulla Pma, procreazione medicalmente assistita.

La Pma è un tema decisamente caldo nel dibattito pubblico, investendo aspetti non solamente medico-scientifici, ma psicologici, sociali, etici, religiosi, giuridici. Nel corso della tre giorni palermitana ci sarà spazio anche per approfondire tanti temi, dall’influenza dell’intelligenza artificiale alla qualità dei laboratori, dall’importanza di personalizzare le terapie e di avere un corretto approccio con le coppie sterili al ruolo di una corretta alimentazione, all’incidenza delle MST, le Malattie Sessualmente Trasmissibili, sulla fertilità delle coppie. Le statistiche parlano chiaro: in Italia, l’infertilità di una coppia su cinque, dunque il 20%, è determinata dalle MST.

«Un capitolo importantissimo della patologia ginecologica- sottolinea il professor Antonio Perino, Responsabile del Centro Interaziendale di Pma con il concorso di Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello e Policlinico di Palermo, Asp Palermo- e del rapporto che hanno queste infezioni genitali e le MST con l’infertilità. L’Asp 6 Palermo ha appena varato un percorso di diagnosi e terapie per i giovani e in generale per la popolazione con problemi di infertilità. È un argomento sul quale si sta sempre di più focalizzando l’attenzione dei ricercatori, perché giocano un ruolo importante nel determinismo di una sterilità tubarica, ma perché stiamo comprendendo certi meccanismi che sono alla base degli insuccessi della Pma in questi soggetti e causano certe perdite fetali precoci. Di tutto questo parleremo, anche alla luce dei dati dell’Istituto Superiore di Sanità».

«In continuità con l’anno scorso- osserva il dottor Giuseppe Valenti, direttore scientifico del Centro Genesy di Palermo e della divisione di sterilità del CRPO di Livorno- il nostro obiettivo è quello di rivolgerci ai giovani medici, che siano ginecologi, o anche biologi, ostetriche, psicologi, professionisti in formazione. Articoleremo il convegno su vari aspetti, oltre a quelli prettamente scientifici, anche quelli politici, culturali, etici, per esempio giovedì pomeriggio anche grazie alla partecipazione di professionisti, rappresentanti di ordini e del ministero».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche