Dal palazzo

L'annuncio

Medici stranieri in Sicilia, altri 18 giudicati idonei dall’assessorato alla Salute

Il via libera dalla commissione di valutazione. Ora potranno essere contrattualizzati dalle Aziende e dagli Enti del sistema sanitario regionale.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Prosegue l’arruolamento di personale sanitario: via libera dall’assessorato regionale alla Salute ad altri diciotto medici stranieri risultati idonei all’avviso “aperto” emanato con decreto 1197/2023 dal dipartimento di Pianificazione strategica guidato da Salvatore Iacolino (nella foto di Insanitas). I medici selezionati sono quasi tutti in possesso della cittadinanza italiana, quindi saranno contrattualizzati a stretto giro. Un numero destinato a crescere visto la carenza di camici bianchi e considerando che il fabbisogno rilevato dalle aziende è di 1.494 unità. L’assessorato già nei prossimi giorni riprenderà i colloqui con i candidati per rilasciare altre idoneità.

Il reclutamento di medici cittadini provenienti dall’Unione Europea e da Paesi terzi e finalizzato all’esercizio temporaneo delle qualifiche professionali sanitarie in diverse discipline cliniche e chirurgiche per le Aziende e gli Enti del Sistema sanitario regionale giunge dopo una valutazione di una commissione composta da diverse figure mediche che ha portato alla costituzione di un elenco di medici ritenuti idonei all’esercizio in deroga sino al 31 dicembre 2025 della professione medica nel territorio nazionale.

Durante la fase di avvio delle suddette qualifiche professionali, dovrà essere assicurata da parte delle Aziende un’attività di tutoraggio dai responsabili delle UU.OO. in cui saranno assegnati i singoli professionisti. Alle Aziende e agli Enti del SSR sono trasmessi
i nominativi dei professionisti che potranno essere contrattualizzati sulla base del fabbisogno espresso di cui all’avviso approvato con decreto assessoriale nel 2023. Oltretutto le Aziende nel cui ambito opereranno i professionisti provvederanno alle attività necessarie al perfezionamento delle conoscenze linguistiche degli stessi preliminarmente all’assunzione temporanea ed all’immissione in servizio, definiti altresì gli adempimenti correlati al possesso del permesso di soggiorno con autorizzazione a svolgere attività lavorativa sul territorio italiano.

Sono cento i medici stranieri reclutati, da dicembre 2023 ad oggi, e immessi in servizio o in fase di immissione, da parte della Regione Siciliana. Il personale selezionato è in possesso delle specializzazioni di cardiologia, chirurgia, gastroenterologia, ginecologia, medicina di emergenza, medicina interna, ortopedia, pediatria, anestesia, psichiatria, urologia e neurologia.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche