sciopero nazionale delibere omissioni corleone agonia contratto comitato lavoratori

Dal palazzo

La protesta

Medici e dirigenti sanitari, sciopero per tutelare la Sanità Pubblica

Lunedì 18 dicembre gli aderenti ad AAROI-EMAC, FASSID, FVM e CISL Medici si asterranno dal lavoro.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Oggi (lunedì 18 dicembre) medici, farmacisti, psicologi, biologi, medici veterinari e dirigenti sanitari di AAROI-EMAC, FASSID, FVM e CISL Medici si asterranno dal lavoro. In una nota a firma dei vertici siciliani dei sindacati, si sottolinea che «la giornata di sciopero segue alla già intrapresa mobilitazione della Dirigenza Medica e Sanitaria promossa dall’Intersindacale ed alle numerose iniziative di protesta finora adottate, ma che in assenza di risposte dal Governo impongono un inasprimento del contrasto alla Manovra».

«Al punto in cui siamo si è reso ancora maggiormente necessario opporsi risolutamente e con forza ad una Legge di Bilancio che palesemente mina il Servizio Sanitario Pubblico nella sua stessa essenza. Rileviamo un ulteriore sottofinanziamento del Servizio Sanitario Nazionale, non sono state date risposte concrete alle esigenze del Personale Sanitario, sono state orientate ingenti risorse pubbliche verso la Sanità Privata, non vengono individuate soluzioni efficaci per la riduzione delle intollerabili lunghissime liste d’attesa».

«Il Servizio Sanitario Nazionale elemento fondante del nostro welfare e declinazione concreta del Diritto alla Salute sancito dalla Costituzione è a rischio di Destrutturazione. Medici e Dirigenti Sanitari sciopereranno il 18 dicembre per impedire che ciò avvenga e per tutelare la Sanità Pubblica, patrimonio irrinunciabile del nostro Paese».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche