prescrizione

Medici di famiglia, dal primo marzo in tutta Italia addio alla ricetta cartacea

28 Febbraio 2016

Sarà sostituita da quella elettronica. La sperimentazione in Sicilia era partita tre anni fa: ora chi non si adegua rischia come sanzione la decurtazione dell'1,15 per cento dello stipendio. Tuttavia per circa un anno ci sarà ancora un promemoria cartaceo da consegnare al farmacista.

 

di

PALERMO. Ricetta addio: da martedì primo marzo in tutta Italia il foglietto rosso sarà sostituito dalla ricetta elettronica o “dematerializzata”, anche se ancora non andrà del tutto in pensione. Per circa un anno ancora, una volta compilata la ricetta infatti il medico stamperà un piccolo promemoria, che bisognerà consegnare al bancone della farmacia: così la prescrizione potrà essere recuperata anche in caso di malfunzionamenti del sistema o assenza di collegamento Internet.

La Sicilia ha già avviato le procedure nel 2013 con le prime sperimentazioni. Chi non si adegua rischia come sanzione la decurtazione dell’1,15 per cento dello stipendio.

La legge che prevede l’eliminazione dei blocchetti rossi è datata dicembre 2015, ma recepisce un decreto di più di tre anni fa: solo ora però si inizia a fare sul serio, dopo alcuni blocchi informatici che avevano rallentato lo sviluppo del sistema.

Quando il dottore dovrà effettuare una prescrizione si collegherà a un portale ad hoc e compilerà la ricetta direttamente on line. Un numero (Nre-numero ricetta elettronica) sarà associato al codice fiscale del paziente, e le eventuali esenzioni verranno aggiunte in automatico. A questo punto il medico stamperà il promemoria con il quale andare in farmacia: il farmacista inserirà i dati del promemoria e troverà la prescrizione direttamente in rete.

Una novità importante apportata dalla ricetta elettronica è che i farmaci si potranno acquistare su tutto il territorio nazionale: infatti, grazie al sistema informatico ogni farmacia d’Italia, sia pubblica sia convenzionata, potrà calcolare il ticket e il regime di esenzione vigente nella regione di residenza del paziente.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV