emodinamica ghiaccio medicina generale

Dal palazzo

Dal 9 all'11 novembre

Medici cardiologi ospedalieri, al via a Comiso il congresso regionale

L'evento dell'Anmco si terrà dal 9 all'11 novembre al teatro comunale Naselli. Responsabile Scientifico del Congresso Giovanna Geraci, tra gli interventi previsti quello di Maria Letizia Di Liberti, dirigente del Dasoe dell’Assessorato regionale alla Salute.

Tempo di lettura: 2 minuti

Cronicità e quadri clinici emergenti del paziente cardiologico, caratterizzanti le nuove sfide di governance sanitaria, relativi all’organizzazione dei percorsi clinico- diagnostico e organizzativi, saranno alcuni dei temi protagonisti del Congresso Regionale ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri ) che si terrà a Comiso (Teatro Comunale Naselli – Auditorium Carlo Pace) dal 9 all’11 novembre. Responsabile Scientifico del Congresso Giovanna Geraci.

Tra i setting scientifici un’attenzione centrale sarà dedicata alla lotta alla cronicità, permeata su un follow-up strutturato, che consenta di ottimizzare i trattamenti, dando ai pazienti più a rischio, l’opportunità di fruire di terapie cardiologiche che hanno dimostrato la loro efficacia, come, ad esempio, la strategia antitrombotica articolata con anticoagulante, a bassa dose, il cui target è indirizzato ai pazienti interessati da eventi trombotici coronarici e, contemporaneamente, da fibrillazione atriale.

Ampio spazio sarà dedicato anche al confronto delle esperienze cliniche sui nuovi anticoagulanti, ormai entrati nella prassi e, pertanto, già oggi idonei all’analisi dei dati di real world, che ne conferma il valore clinico e che costituisce un importante strumento di appropriatezza farmacologica prescrittiva, proprio per le evidence tratte dai casi clinici del mondo reale.

Particolare attenzione anche per le endocarditi infettive, che rappresentano attualmente un banco di prova, di non secondario rilievo, vista l’innovazione tecnologica in cardiologia, che ha portato all’utilizzo di device (impianti) sempre più precisi, ma naturalmente connessi alla possibilità di rischio infettivologico. Un tema caldo quest’ultimo per via della crescente resistenza agli agenti antimicrobici.

Di particolare rilievo nel programma dei lavori il profilo delle politiche sanitarie da avviare in questo settore, dove un punto ormai qualificante della governance è rappresentato dalla cardio-oncologia, rispetto al quale la nostra è la prima Regione Italiana ad aver elaborato un PDTA dedicato, grazie al quale si fornisce assistenza cardiologica ai pazienti affetti da neoplasie e sottoposti a trattamenti cardiotossici garantendo un approccio alle cure integrato ed omogeneo su tutto il territorio.

Sul punto è prevista una tavola rotonda dedicata, dal titolo “La cardiologia siciliana incontra l’Assessorato”, a cui parteciperà tra gli altri, Maria Letizia Di Liberti (nella foto), dirigente regionale Dasoe (Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico della Regione) dell’Assessorato alla Salute.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.