Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Insanitas TV

Con un'ostetrica

Malattie esantematiche e vaccini, incontri informativi alla “Città dei Bambini” di Misilmeri

Ad informare i partecipanti sui rischi e le attività di prevenzione è Giulia Lima, ostetrica dell’Associazione Infermieristica Villabatese.

Tempo di lettura: 2 minuti

MISILMERI. Malattie esantematiche e calendario vaccinale al centro del nuovo incontro alla “Città dei bambini” di Misilmeri. Ad informare i partecipanti sui rischi e le attività di prevenzione è Giulia Lima, ostetrica dell’Associazione Infermieristica Villabatese.

A partire da un excursus su caratteristiche e sintomi di morbillo, rosolia, scarlattina e varicella ma anche di malattie infettive quali tetano, epatite B, difterite, poliomielite, parotite, pertosse e meningococco, l’attenzione è stata rivolta al decreto-legge sulla prevenzione vaccinale.

Secondo le raccomandazioni dell’OMS è pari al 95% la soglia di copertura per raggiungere quella che viene definita immunità di gregge che consente di arrestare la diffusione di un agente patogeno e quindi di proteggere anche i soggetti che presentano controindicazioni al vaccino.

Il nuovo decreto prevede che i minori da 0 a 16 anni, per essere ammessi a scuola, debbano eseguire dieci vaccinazioni obbligatorie e gratuite da somministrare secondo le indicazioni del “Calendario Vaccinale”.

Le dosi delle vaccinazioni anti-pertosse, anti-tetanica e anti-difterica devono essere somministrate al terzo, quinto e undicesimo mese d’età e successivamente a 6 e a 13-14 anni. Lo stesso iter viene seguito per il vaccino anti-poliomielitico.

Quello invece anti-epatite B virale prevede tre dosi, al terzo, quinto e undicesimo mese di vita con una dose supplementare alla nascita nei nati con madre positiva alla malattia.

Giulia Lima e Francesco Albano

Diverse le modalità di somministrazione dei vaccini anti-morbillo, anti-parotite e anti-rosolia con due dosi a 13 mesi e a 6 anni allo stesso modo dell’anti-varicella con una dose supplementare a 13-14 anni a chi non ha contratto la malattia. Infine la vaccinazione anti-Haemophilus Influenzae tipo B prevede solo tre somministrazioni al terzo, quinto e undicesimo mese.

La “Città dei Bambini” di Misilmeri è un progetto (con responsabile Francesco Albano) selezionato dalla Fondazione Impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Nel video Giulia Lima introduce i temi del corso.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati