ll bimbo salvato a San Leone dal soccorritore nisseno del 118 libero dal servizio: lettera di encomio del presidente della Seus

4 Agosto 2016

Gaetano Montalbano scrive a Marcello Livrizzi: «Sono felice ed orgoglioso di potere contare su dipendenti come lei, i quali danno, con i fatti, prestigio alla nostra Azienda e contribuiscono concretamente a salvare vite umane».

 

di

CALTANISSETTA. «Con il suo intervento tempestivo ed altamente professionale, ha dimostrato per l’ennesima volta che gli operatori della Seus e dell’emergenza- urgenza siciliana svolgono quotidianamente il proprio lavoro come una missione, con grande spirito di sacrificio, altruismo ed indubbie capacità e competenze».

Lo ha scritto Gaetano Montalbano, presidente del Consiglio di gestione della Seus, in una lettera di encomio rivolta a Marcello Livrizzi, l’operatore nisseno del 118 che nei giorni scorsi mentre era libero dal servizio ha salvato un bambino di tre anni a San Leone (nell’Agrigentino) che stava affogando dopo avere ingerito una caramella.

Nella lettera d’encomio, Montalbano manifesta al soccorritore della Seus «i complimenti miei personali e dell’intera Seus» ed aggiunge: «Sono felice ed orgoglioso di potere contare su dipendenti come lei, i quali danno, con i fatti, prestigio alla nostra Azienda e contribuiscono concretamente a salvare vite umane».

Nella foto in alto a destra: Marcello Livrizzi (al centro) riceve in consegna la lettera d’encomio del presidente Montalbano dai colleghi Pamela Riggi e Francesco La Magna.

  • Marcello Livrizzi

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV