Liste di attesa e Pronto soccorso, Digiacomo: «Passi in avanti ma ancora non basta»

22 Marzo 2016

In commissione sanità dell'Ars si è svolto un vertice con i manager delle aziende sanitarie siciliane. Il presidente: «Miglioramenti nelle piccole realtà, mentre restano problemi nelle città metropolitane».

 

di

PALERMO. «Le liste d’attesa e i pronto soccorso restano due ‘nodi caldi’ della sanità siciliana: si sono fatti passi avanti, specie in alcune realtà, ma non basta: la strada da fare resta ancora molta». Lo dice Pippo Digiacomo, presidente della commissione Sanità all’Ars, a proposito della riunione della commissione di oggi alla quale hanno partecipato i manager di Asp e aziende ospedaliere e sanitarie di tutta la Sicilia, proprio per fare il punto sulle liste d’attesa e sui pronto soccorso.

«Il quadro complessivo si presenta in miglioramento specie nelle realtà provinciali, mentre resta problematico nelle città metropolitane. Le aziende nella maggior parte dei casi stanno facendo la loro parte fino in fondo, ma ora le istituzioni devono compiere un ulteriore sforzo per creare le condizioni affinché le strutture sanitarie possano essere messe nelle condizioni di offrire servizi adeguati agli utenti e possano permettere, specie nei pronto soccorso delle grandi città, agli operatori di lavorare in piena sicurezza».

Al termine dell’audizione della commissione, i manager delle aziende sono stati invitati a presentare un report sui dati relativi a liste d’attesa e pronto soccorso.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV