Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
piani di rientro

Dal palazzo

La denuncia della deputata nazionale

L’Ismep di Palermo? Di Vita: «Il nuovo plesso è ancora uno scheletro e resterà un’incompiuta»

La deputata siciliana alla Camera: «Me lo ha confermato il sottosegretario Faraone rispondendo a un mio question time sull'Istituto mediterraneo di eccellenza pediatrica. In atto c'è un’operazione di camouflage che vede protagonista l’ospedale Di Cristina».

Tempo di lettura: 2 minuti

«Il sottosegretario Davide Faraone ha ammesso che il polo pediatrico siciliano Ismep resterà un’opera incompiuta, riconoscendo l’operazione di camouflage che vede protagonista l’ospedale Di Cristina di Palermo in sostituzione del progetto che dovrebbe sorgere nel complesso di Fondo Malatacca».

Lo dichiara la deputata siciliana alla Camera Giulia Di Vita, dopo che il sottosegretario alla Salute ha risposto al suo question time sul progetto dell’Istituto mediterraneo di eccellenza pediatrica (Ismep). Di Vita, annunciando che nei prossimi giorni si recherà in procura e alla Corte dei conti per conoscere gli sviluppi dell’esposto già presentato, ha segnalato che del progetto Ismep non si fa riferimento nel decreto di riorganizzazione della rete ospedaliera siciliana.

«La risposta del sottosegretario Faraone copre le malefatte del Pd siciliano, che tende a mascherare il fallimento del progetto e a sopprimerlo, cambiare nome al Di Cristina, che presenta strutture vecchie e inadeguate per un centro di eccellenza- ha dichiarato Di Vita- Nel 2015 presentai un’interrogazione alla quale risposte l’allora sottosegretario De Filippo, in quell’occasione la risposta era stata più netta e chiara, infatti veniva ammesso che l’Ismep non potesse essere operativo neanche dal 2018. La risposta di Faraone conferma che lo scheletro della struttura resterà tale, non risolvendo molti dei nodi cruciali per la cura e l’assistenza dei nostri bambini».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati