Dal palazzo

Il 22 e 23 giugno

“LILT Dragon boat”, 400 atlete guarite dal tumore a Palermo per celebrare la vita

Si sfideranno durante la sesta edizione del Trofeo Nazionale in una regata nello specchio acqueo antistante il Nautoscopio e il Parco della Salute

Tempo di lettura: 4 minuti

PALERMO. La forza della vita vince su tutto. Lo sanno bene le 400 atlete provenienti da tutta Italia che si sfideranno a Palermo durante la sesta edizione del Trofeo Nazionale LILT Dragon Boat. Una regata rosa tutta siciliana quest’anno che si svolgerà sabato 22 e domenica 23 giugno nello specchio acqueo antistante il Nautoscopio e il Parco della Salute.

«Pensare al nostro mare che si tinge di rosa ci riempie di gioia- commenta la presidente della LILT Palermo, Francesca Glorioso (nella foto)– Esserci, per le donne che hanno sconfitto la malattia o che ogni giorno la combattono ma anche per tutte coloro che credono fermamente nell’importanza della prevenzione oncologica, è uno dei risultati più importanti che realizziamo con le attività della LILT a Palermo».

Due giorni in rosa dunque per promuovere la salute e il valore della prevenzione, per celebrare la vita. L’evento, patrocinato dal Comune e dalla Regione Sicilia e sostenuto da ben 35 partners, verrà presentato alla stampa ed alla cittadinanza sabato 22 giugno alle ore 11 al Parco della Salute. Tra i presenti, la referente nazionale della LILT Dragon Boat Anna Maria De Cave, la presidente della LILT Palermo Francesca Glorioso, l’assessore comunale allo Sport Alessandro Anello, il presidente dello Yacht Club del Mediterraneo Giuseppe Galantino ma soprattutto la squadra palermitana, le Aquile rosa LILT Palermo capitanate da Marialetizia Scianna, e tutte le atlete partecipanti. Tra i partners saranno presenti: Vivi Sano, Soroptimist Club Palermo, Oscar pasticceria, Maymone farmacia, Credimpresa, Ricca Oscar srl, Tecnica Sport, Nino Parrucca ceramiche, La Vie En Rose abbigliamento.

Il Trofeo nasce con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il messaggio di speranza e gioia di vivere per tutte quelle donne che hanno superato un tumore al seno. Nello stesso tempo, la pratica sportiva del Dragon Boat racchiude in sé una reale esigenza terapeutica: la donna con esiti post-chirurgici per tumore al seno necessita di adeguata fisioterapia per evitare l’insorgenza del linfedema e di eventuali recidive. Accanto a questa, la pratica della disciplina del Dragon Boat ha dimostrato la sua efficacia nella riabilitazione bio-psico-sociale nella donna operata di tumore al seno.

I numeri della manifestazione

400 atlete assieme alle loro famiglie e amici; il campo di regata è formato da 3 corsie, larghe 12 metri e lunghe circa 400 metri; mille metri quadri di spazi di accoglienza, aperti alla cittadinanza, con esibizioni artistiche e momenti di approfondimento su temi sociali di interesse generale; cena sociale a base di prodotti tipici siciliani per circa 500 partecipanti, tra atleti, accompagnatori, istituzioni e partners.

La LILT

La Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori (LILT) è l’unico Ente Pubblico su base associativa con sede a Roma, vigilato dal Ministero della Salute, articolato in 106 Associazioni Provinciali. I punti di forza sono rappresentati dai circa 400 ambulatori dislocati su tutto il territorio nazionale e dai volontari al servizio della comunità. Le 106 Associazioni Provinciali LILT, pur essendo organismi autonomi, perseguono le suddette finalità operando nel quadro degli atti di indirizzo ed avvisi emanati dalla Sede Centrale LILT. La LILT nel perseguimento dei suoi scopi sociali si occupa di:

Prevenzione Primaria, il primo passo per difendere la propria salute attraverso l’affermazione delle best practices del principio di stile di vita sano e attività di sensibilizzazione correlate.

Prevenzione Secondaria, ossia diagnosi precoce, attraverso la possibilità di consulti professionali e specializzati, visite mediche, esami diagnostici ed altre prestazioni ambulatoriali rivolte alla cittadinanza.

Prevenzione Terziaria, ossia riabilitazione e sostegno socio-psicologico del malato oncologico, attraverso una corretta informazione e numerosi servizi di assistenza e consulenza.

LILT PALERMO

La LILT Associazione Provinciale di Palermo APS nasce negli anni ’80, come formazione di assistenza per le visite mediche di controllo e la riabilitazione psico-funzionale di donne operate al seno e si consolida con atto pubblico nel 1998. Ad oggi è un punto di riferimento sul territorio per le attività ambulatoriali di prevenzione oncologica e di riabilitazione psicofisica e sociale di pazienti oncologici e familiari con particolare specializzazione nel recupero psicofisico delle donne operate di tumore al seno. La LILT di Palermo promuove anche attività di ricerca scientifica, nella formazione di volontari e professionisti e nell’organizzazione di eventi e di campagne di raccolta fondi, per diffondere la cultura della prevenzione oncologica.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche