Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Farmacia

Il verdetto

L’Ema: «Il vaccino AstraZeneca è sicuro, finora non c’è collegamento con le trombosi»

È questo l'esito dei controlli: «I benefici sono superiori ai rischi», ha aggiunto la direttrice Emer Cooke, sottolineando tuttavia che ci vuole un'analisi ulteriore sugli eventi avversi rari segnalati.

Tempo di lettura: 2 minuti

«Il vaccino AstraZeneca è sicuro ed efficace»: è questo il verdetto dei controlli da parte dell’Ema illustrati durante una conferenza stampa. «I benefici- ha detto la direttrice Emer Cooke- sono superiori ai rischi. Il vaccino non può essere associato a un incremento degli eventi di trombosi». Dall‘Agenzia Europea del Farmaco aggiungono: «Sono stati analizzati tutti i casi segnalati dai singoli Paesi dell’Ue e le situazioni critiche sono minori rispetto alla media. Sono state presi in considerazione tutti i casi di trombosi, dal cervello ad altre parti del corpo, e non viene collegata la somministrazione del vaccino con i casi di trombosi. Però ci vuole un’analisi ulteriore, faremo altri approfondimenti per capire di più sugli eventi avversi rari segnalati. Non possiamo ancora escludere definitivamente un legame tra questi casi rari di trombosi ed effetti indesiderati e il vaccino AstraZeneca».

Dall’Ema parte la raccomandazione di aumentare la consapevolezza di questi possibili rischi, assicurandosi che siano inclusi nel foglietto illustrativo del vaccino e fornendo informazioni agli operatori sanitari.

I casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca «sono inferiori a quelli che avvengono tra la popolazione non vaccinata»,  ha aggiunto Sabiene Straus, presidente della Commissione di farmacovigilanza. Gli studi dell’Ema sui casi tromboembolici rari dopo la somministrazione dell’AstraZeneca hanno mostrato un’incidenza più alta in alcuni gruppi, in particolare nelle donne più giovani, ma è abbastanza prematuro trarre conclusioni, ha spiegato Strauss, sottolineando che il rischio di base di trombosi può essere diverso anche all’interno di questo gruppo.

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati