Veterinaria

I dettagli

Leishmaniosi canina in Sicilia, ecco il nuovo piano di sorveglianza

Lo prevede un decreto del 3 gennaio 2024 a firma di Salvatore Requirez, dirigente generale del Dasoe.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. La Regione si è dotata del nuovo piano di sorveglianza per la Leishmaniosi canina. Lo prevede un decreto del 3 gennaio 2024 a firma di Salvatore Requirez (nella foto di Insanitas), dirigente generale del Dasoe dell’assessorato regionale alla Salute.

Si tratta di una naturale evoluzione del Piano di monitoraggio per la leishmaniosi canina approvato nel giugno 2020, che ha consentito di determinare la prevalenza della malattia nella popolazione canina siciliana per gli anni 2021 e 2022. Infatti nel 2021 è stata registrata una percentuale di positività nella popolazione canina pari al 14%, mentre per l’anno 2022 tale valore si è attestato al 17%.

«Consolidato il dato che era obiettivo del piano di monitoraggio, questo Dipartimento ha inteso proseguire e implementare il percorso, dotandosi di uno strumento integrato che prevede il coinvolgimento di più settori (veterinario e umano) della sanità pubblica regionale», sottolinea Requirez.

Gli obiettivi del piano:
a) mantenere aggiornata una mappa di rischio sulla diffusione della leishmaniosi nel territorio regionale siciliano;
b) attivare una sorveglianza straordinaria specifica, coordinata delle segnalazioni di casi umani;
c) Fornire adeguate garanzie sanitarie ai cani in adozione provenienti dalle strutture di ricovero;
d) individuare eventuali “cluster” di infezione per adottare opportuni provvedimenti di sorveglianza attiva.

«La precondizione necessaria al raggiungimento di tali obiettivi e di qualsiasi intervento di sorveglianza sanitaria è rappresentata dalla corretta attuazione delle attività correlate alla lotta al randagismo» sottolinea il dr. Pietro Schembri, dirigente del servizio di sanità Veterinaria del DASOE,

Il piano coinvolgerà:
1) I Dipartimenti di Prevenzione e i Dipartimenti di Prevenzione Veterinaria delle ASP, per quanto riguarda rispettivamente la segnalazione dei casi umani e l’individuazione dei casi nei cani presso strutture di ricovero
2) Medici Veterinari liberi professionisti per la parte relativa alla sorveglianza volontaria e la formazione dei proprietari;
3) Il Centro di Referenza Nazionale per le Leishmaniosi che si occuperà delle analisi dei campioni, della sorveglianza entomologica e dell’elaborazione dei dati ai fini della definizione dei cluster e l’aggiornamento delle mappe epidemiologiche. In particolare la sorveglianza entomologica rappresenta uno dei punti qualificanti del piano.

Infatti l’esperienza maturata in altre aree del Mediterraneo ha responsabilizzato verso il ruolo dell’insetto vettore che costituisce il punto centrale della strategia di lotta, indipendentemente da quale sia la specie serbatoio della malattia. Inoltre, in ottica di una politica sempre più orientata all’utilizzo della lotta biologica verso i vettori, la conoscenza del territorio appare fondamentale per ridurre l’utilizzo di sostanze chimiche a favore di strategia di contrasto sostenibili.

Il Piano, pertanto, costituisce uno strumento che integra l’operatività territoriale dei diversi dipartimenti delle ASP, mettendo in pratica i principi cardine dell’approccio One Health. Si tende a valorizzare il ruolo estremamente importante del Centro di Referenza Nazionale per la leishmaniosi che ha sede presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, che fornirà il supporto scientifico necessario alla conoscenza dell’andamento della malattia e alla valutazione del rischio per la popolazione umana e canina.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche