Emergenza urgenza

Il plauso del presidente della Seus

Le doglie, la corsa in auto verso l’ospedale e la chiamata al 118: partorisce in ambulanza a Palermo

L'equipaggio proveniente dalla "postazione 45" di Misilmeri era costituito dal medico Anna Maria Di Pisa, dall'autista-soccorritore della Seus Maurizio La Lia e dall'infermiere Alessandro Di Pasquale.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Le doglie sempre più forti, la corsa in auto da Ciminna verso l’ospedale Civico e durante il tragitto la chiamata al 118 e il parto in ambulanza. Momenti concitati e con un lieto fine di nome Roberta, cioè la neonata venuta alla luce stamattina a bordo di un mezzo di soccorso medicalizzato all’ingresso di Palermo.

L’equipaggio dell’ambulanza del 118, proveniente dalla “postazione 45” di Misilmeri, era costituito dal medico Anna Maria Di Pisa, dall’autista-soccorritore della Seus Maurizio La Lia e dall’infermiere Alessandro Di Pasquale. Poco prima delle 9 dopo essere stati allertati dalla Centrale Operativa si sono precipitati a bordo del MSA (Mezzo di Soccorso Avanzato) verso lo scorrimento veloce Palermo-Agrigento: ad attenderli presso una stazione di servizio c’era appunto l’auto con a bordo la partoriente che il marito stava conducendo verso l’ospedale Civico.

La donna quindi è stata subito trasferita in ambulanza per proseguire il tragitto verso Palermo. All’altezza della rotonda di via Oreto è avvenuto, appunto, il parto a bordo del mezzo di soccorso, con il taglio del cordone ombelicale. Infine, l’arrivo al pronto soccorso ostetrico dell’ospedale Civico della neo-mamma con la bimba che stanno entrambe bene.

Il plauso dalla SEUS

Il presidente della Seus, Riccardo Castro, sottolinea: «Gli operatori del 118 talvolta affrontano soccorsi che purtroppo si concludono con la morte dei pazienti, quindi è emozionante un epilogo così bello costituito da una nascita. Complimenti per l’ottimo lavoro di squadra alla Centrale operativa e a tutti i componenti dell’equipaggio dell’ambulanza e un affettuoso benvenuto alla vita alla piccola Roberta».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche