Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
deficit

Dal palazzo

L'appello del sindacato

Le cinque aziende sanitarie in deficit, la Uil: «Urgono confronto e programmazione»

Claudio Barone ed Enzo Tango intervengono sulla notizia del piano di rientro imposto dall'assessorato alla Salute: «Siano nominati i direttori sanitari e amministrativi».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «I numeri parlano chiaro, la Sanità in Sicilia è sempre più debole e in forte crisi. Colpa di una gestione sbagliata che questo sindacato ha già denunciato nel corso degli anni. Adesso a peggiorare la situazione il disavanzo di 153 milioni creato da cinque ospedali che causerà, con un nuovo piano di rientro, ulteriori tagli e disservizi a cittadini e lavoratori. E ancora non conosciamo la situazione economica delle Asp».

Lo sostengono Claudio Barone (nella foto sopra) ed Enzo Tango, segretari della Uil Sicilia e della Uil Fpl Sicilia, intervenendo sulla notizia del piano di rientro imposto dall’assessorato alla Salute (clicca qui).

I due sindacalisti aggiungono: «Servono meno annunci e un confronto serio per individuare con chiarezza gli interventi necessari per arrivare a una programmazione sanitaria funzionale e utile. E soprattutto nominare i direttori sanitari e i direttori amministrativi, senza i quali la riorganizzazione della sanità non può partire. La paralisi gestionale è sotto gli occhi di tutti».

uil

Enzo Tango

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati