L’Asp di Caltanissetta lancia un appello: parola d’ordine riportare il Parco Dubini all’antico splendore

16 Settembre 2016

Durante una conferenza di servizi il dg Carmelo Iacono chiede il contributo di tutti per realizzare piste da jogging, aree per i bambini e per i più anziani. L'obiettivo è contribuire al benessere dei cittadini.

 

di

CALTANISSETTA. «Un parco splendido che l’Azienda Sanitaria Provinciale vuole ridonare ai cittadini ma per farlo abbiamo bisogno dell’aiuto di qualcuno che sponsorizzi il nostro progetto». Così ieri mattina il direttore generale dell’Asp, Carmelo Iacono, con l’obiettivo concreto di far tornare il parco Dubini all’antico splendore.

Ma per farlo ci vogliono i soldi e attualmente la direzione dell’Asp, che non ha intenzione di abbandonare il progetto, ma che chiede il sostengo di tutti per rendere il polmone verde quanto più bello possibile, è riuscita a reperire fondi per 40 mila euro.

Risorse che possono coprire la sola pulitura e qualche piccolo intervento di manutenzione ma che non possono da soli rendere attuabile il progetto ben più ambizioso che Iacono e il suo staff hanno pensato per il parco Dubini. Piste da jogging, un’area per i bambini e aree per i più anziani: il tutto, come ha specificato Iacono nel corso della conferenza di servizi indetta dall’Asp, con tutti gli esponenti di enti e associazioni interessati, per assolvere ad un’altra, fondamentale, mission aziendale, che è quella di contribuire al benessere dei cittadini.

Sul parco Dubini, bello, anzi forse di più, proprio per la sua posizione, l’estensione, l’aria che vi si respira, tra piante ancora in vita e alcune cadenti, c’è molto da fare. I creatori del progetto hanno spiegato che dei trecento alberi, ottanta dovranno essere abbattuti perché ormai pericolanti e non più sani, ma che gli stessi sarebbero sostituiti da circa 120 essenze (60 arbusti e 60 alberi) di specie autoctone e quindi coerenti con il sito di impianto. Bisognerà eliminare piante infestanti e migliorare la struttura del sito, con appositi vialetti e attrezzature per renderlo fruibile a trecentosessanta gradi.

All’incontro hanno preso parte il vicesindaco Vito Margherita, per la soprintendenza Fabrizio DibilioAlessandro Giugno per Legambiente, il presidente dell’ordine degli Agronomi Marco Scarantino, il presidente dell’ordine degli Architetti Stefano AllettoGiacomo Lo Piccolo e Vincenzo Gulino della Ica Engineering, il presidente di Italia Nostra, Leandro Janni, il responsabile delle Foreste Caltanissetta ispettore Giuseppe Bonasera, Valeria Alaimo per il consiglio comunale, il commissario della forestale Giuseppe Strazzante, Ennio Bonfanti del Wwf e Marco Petrotto del Comune.

Una conferenza di servizi che è servita anche alla direzione dell’Asp per fare un vero e proprio appello, in particolar modo al Comune, per trovare a sua volta i fondi da destinare alla creazione dell’ambizioso progetto. Il vicesindaco Vito Margherita ha dichiarato che l’impegno da parte dell’amministrazione comunale ci sarà, anche nell’ottica del reperimento di eventuali risorse.

«Non appena avremo pronto il regolamento per la sponsorizzazione- afferma Iacono- avvieremo la ricerca di fondi con il sostegno di tutte le associazioni oggi presenti».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV