Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
emergenza sanitaria

Dal palazzo

«Sono la spina dorsale dell'azienda»

L’appello di Tamajo (Sicilia Futura): «I 650 precari dell’Asp di Palermo siano stabilizzati»

Il deputato regionale afferma: «Questi lavoratori sono la spina dorsale dell'azienda e il progetto di stabilizzazione presentato dal manager Candela va sostenuto dalla classe politica».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «La vicenda dei contrattisti dell’Asp di Palermo deve chiudersi con la definitiva stabilizzazione di questi lavoratori ai quali va riconosciuto il contratto a tempo indeterminato». Lo affema Edy Tamajo, deputato regionale di Sicilia Futura, aggiungendo: «È noto a tutti che i contrattisti con venti anni e più di servizio sono diventati la spina dorsale dell’Azienda sanitaria e reggono quasi da soli numerosi uffici di front-office che hanno consentito alla stessa Asp il raggiungimento di performance e obiettivi, offrendo agli utenti servizi eccellenti e di alta qualità».

«Dopo due rinnovi quinquennali e una proroga biennale è giunto il momento di porre fine a questa situazione che non può proseguire all’infinito per 650 dipendenti. Il progetto di stabilizzazione, presentato dal manager Antonio Candela, va sostenuto dalla classe politica regionale già durante la fase di approvazione del bilancio tenendo conto che questi dipendenti rientrano già nella spesa consolidata dell’assessorato alla Salute».

Infine, Tamajo sottolinea: «Come appartenente al gruppo di Sicilia Futura mi impegnerò a sollecitare direttamente l’assessore Gucciardi, il presidente Crocetta e il governo nazionale affinchè questo personale ottenga il giusto riconoscimento della stabilizzazione, mettendo in campo anche gli atti legislativi idonei».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati