Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'emergenza Coronavirus

L’appello di Frassica: «Fidatevi della scienza e vaccinatevi!»

«Mi sono stancato di ascoltare ogni sera al tg che la Sicilia è l'ultima regione d'Italia per vaccini e Messina ultima in Sicilia» .

Tempo di lettura: 2 minuti

«Io sono ignorante ma non stupido, la cosa è seria: mi sono stancato di ascoltare ogni sera al tg che la Sicilia è l’ultima regione d’Italia per vaccini e Messina ultima in Sicilia. Non vogliamo essere considerati gli ultimi, vogliamo cambiare la tendenza perché crediamo che Messina e la Sicilia debbano e possano fare di più». Sono le parole di Nino Frassica che è sceso in campo in prima persona con una “chiamata alle armi… anticovid” per convincere gli abitanti della provincia di Messina, della quale è originario, a vaccinarsi girando un video-appello al fianco del commissario per l’emergenza covid Alberto Firenze.

«Bisogna fidarsi della scienza: pensiamo a tutte le conquiste, le scoperte della medicina, senza di esse la nostra vita oggi durerebbe appena 40 anni, io invece voglio viverne almeno 120 – continua a ironizzare il comico – a maggior ragione mi rivolgo a tutti i genitori di bambini che hanno meno di 12 anni (e non possono ricevere vaccino, ndr), vaccinatevi per tutelare voi e i vostri figli!”. Difatti nelle ultime settimane il dato allarmante, che invita ad un’estrema prudenza e attività preventiva, è proprio quello legato ai bambini, sempre più spesso ricoverati perché contagiati da genitori non vaccinati.

«Dobbiamo assolutamente evitare che i nostri figli possano infettarsi perché mamma e papà non si vaccinano- spiega il commissario Alberto Firenze– Quasi il 100% dei ricoverati negli ospedali covid non sono vaccinati: precisamente il 100% in terapia intensiva non ha vaccino, il 98% in degenza ordinaria lo stesso: sono numeri che rendono inconfutabile la valenza delle vaccinazioni, l’unica arma per uscire dall’incubo della pandemia».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati