neonato operato al cuore primario aggredito parcheggio ospedale taormina cardiopatici pacemaker parcheggio

ASP e Ospedali

Il caso

L’appello di 34 associazioni: «Non sia chiusa la Cardiochirurgia pediatrica di Taormina»

Il Codacons ha promosso il cartello. "Un centro d'eccellenza non potrà più continuare a garantire le prestazioni sanitarie".

Tempo di lettura: 2 minuti

Un cartello di 34 associazioni per ‘salvare’ la Cardiochirurgia pediatrica di Taormina, nel Messinese, che tra qualche mese cesserà di svolgere ogni attività. A partire dall’1 luglio, infatti, la Cardiochirurgia pediatrica verrà riattivata all’interno dell’Arnas Civico di Palermo, in collaborazione con la Fondazione del Gruppo San Donato. Così il Centro, attivo dal 2010 nell’ospedale San Vincenzo e gestito in convenzione con il Bambin Gesù di Roma, chiuderà i battenti.

«Un centro d’eccellenza, che negli ultimi anni ha curato migliaia di bambini, sebbene attiri pazienti da tutta l’Isola, non potrà più continuare a garantire le prestazioni sanitarie”, dice il Codacons che insieme ad Articolo 32- Associazione italiana diritti del malato, Lega difesa del cittadino e 31 associazioni della società civile, ha promosso il cartello.

Cardiochirurgia pediatrica a Taormina, l’appello al ministro Schillaci

«Siamo scesi in campo- spiega Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons- per sensibilizzare la politica e le istituzioni regionali e nazionali e perché il cittadino deve essere posto al centro del sistema sanitario regionale. Non possiamo accettare che un punto di riferimento, qual è il Centro di cardiochirurgia pediatrica di Taormina, venga chiuso a spese dei piccoli pazienti, poiché questa chiusura obbligherà intere famiglie, a percorrere molti chilometri per le cure dei figli. La nostra priorità è quella di scongiurare il progressivo depotenziamento dei servizi territoriali, in quanto la sanità dovrebbe andare nella direzione più prossima alla cittadinanza, avvicinando e accorciando le distanze, mentre nella realtà si continuano ad allontanare i servizi. Facciamo sin d’ora un appello al ministro della Salute affinché adotti tutti i provvedimenti necessari a evitare la cessazione delle attività della Cardiochirurgia pediatrica di Taormina».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche