Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Emergenza urgenza

Al largo delle coste libiche

Lampedusa, 74 migranti tratti in salvo dall’equipaggio della nave Aquarius

L'intervento al largo delle coste libiche è stato effettuato dall'imbarcazione dell'associazione internazionale «Sos Mediterranee».

Tempo di lettura: 1 minuto

AGRIGENTO. Un salvataggio a lieto fine. Settantaquattro migranti sono stati tratti in salvo al largo delle coste libiche e condotti nel porto di Lampedusa  da Aquarius, l’imbarcazione dell’associazione internazionale “Sos Mediterranee“.

Tra loro dieci donne, tre delle quali in avanzato stato di gravidanza.  Due feriti entrambi in maniera lieve, uno al piede e l’altro al ginocchio,  mentre gli altri sono stati condotti nel centro di prima accoglienza di Lampedusa. I migranti erano provenienti da Senegal, Gambia, Mali e Sierra Leone.

E sul salvataggio interviene Leoluca Orlando, sindaco di Palermo: «A tutto l’equipaggio internazionale della Aquarius va ancora una volta il ringraziamento mio personale e di tutta l’Amministrazione comunale di Palermo. La solidarietà dei cittadini e della società civile risponde così, con atti di normale umanità, all’insensibilità delle istituzioni e della politica europea, troppo attenta alla mobilità dei capitali e delle merci e poco attenta alla mobilità e al diritto alla vita di migliaia di uomini, donne e bambini che rischiano la vita nel Mediterraneo».

Alcune settimane fa la missione, che prende il nome dalle associazioni di volontariato tedesca, francese e italiana che le hanno dato vita, era stata presentata a Palermo, dove la nave guardapesca è rimasta attraccata per alcune ore.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati