La morte del piccolo Andrea, l’Asp di Trapani: «A Marsala hanno agito con prontezza»

15 Aprile 2016

Il direttore generale Fabrizio De Nicola: «Abbiamo consegnata una relazione all'assessorato alla Salute. Dal resoconto emerge come i sanitari dell'ospedale siano intervenuti con professionalità e dedizione». Interviene pure l'assessore Gucciardi: «Su questa tragica vicenda il servizio sanitario pubblico ha offerto un percorso assistenziale molto corretto, sia a Palermo che a Marsala».

 

di

TRAPANI. «Abbiamo consegnato ai vertici dell’assessorato regionale alla Salute la relazione dettagliata degli eventi verificatisi la sera del 9 aprile scorso al presidio ospedaliero Paolo Borsellino di Marsala, riguardanti il caso del piccolo paziente Andrea Mistretta, predisposta dalla direzione sanitaria del nosocomio. Assessore e assessorato, con cui, istante per istante, c’è stata in questa vicenda una stretta interlocuzione e collaborazione».

Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabrizio De Nicola (nella foto), aggiungendo: «Dal resoconto emerge come i sanitari del pronto soccorso, dell’anestesia e rianimazione e della radiodiagnostica siano intervenuti con prontezza, professionalità e dedizione. Essere quasi posti all’indice è stato mortificante per il personale dell’ospedale”.

«Per questo ci ha fatto molto piacere il riconoscimento che il papà del piccolo Andrea ha fatto pubblicamente, sulla bontà dell’operato dei medici e del personale ospedaliero di Marsala. A lui a alla sua famiglia va il nostro commosso cordoglio, perché non riuscire a salvare una vita umana, specie quella di un bimbo, è una perdita anche per tutti noi».

«Riguardo le ore precedenti all’arrivo al pronto soccorso del piccolo paziente- ha concluso De Nicola- voglio solo specificare che il pediatra cui i genitori si sono recati per un consulto, non era il pediatra di libera scelta del distretto sanitario di Marsala, ma uno specialista che svolgeva attività libero-professionale».

Ed interviene nuovamente anche l’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi: «Sulla tragica vicenda del piccolo Andrea Mistretta il servizio sanitario pubblico ha offerto un percorso assistenziale molto corretto. Desidero esprimere un plauso a tutta la catena assistenziale messa in atto dagli operatori sanitari del Servizio Sanitario Regionale che, da Marsala a Palermo, hanno offerto comportamenti ineccepibili sul piano professionale e sotto l’aspetto umano e della sensibilità».

Dice ancora Gucciardi: «Le verifiche ispettive da me attivate ed i relativi risultati sono oggetto di puntuale comunicazione all’autorità giudiziaria. Non posso non rammaricarmi per i tristi tentativi di speculazione e strumentalizzazione da parte di taluni che, senza alcuna reale e precisa conoscenza di fatti e circostanze, hanno mancato di rispetto al piccolo paziente, al Servizio sanitario pubblico ed alla abnegazione professionale ed umana degli operatori sanitari».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV