“La Maddalena”, tumori benigni della tiroide ridotti fino al 90% con la termoablazione laser

9 Dicembre 2020

Nel video le interviste a Simona Merlino, medico dell’UO di Endocrinologia, e ad Antonio Noto, chirurgo.

 

di

PALERMO. Una riduzione delle dimensioni dei noduli tiroidei benigni fino al 90%. È possibile grazie alla termoablazione con fibra laser, procedura mininvasiva eseguita nella Sicilia occidentale solo presso il dipartimento oncologico “La Maddalena” di Palermo.

Rivolta a pazienti con gozzo uninodulare o multinodulare, presenta diversi vantaggi, primo tra tutti una diminuzione significativa dei disturbi compressivi. Ma si tratta anche di una valida alternativa all’intervento chirurgico in anestesia generale.

La termoablazione tiroidea con fibra laser è controindicata in pazienti con comorbidità (cardiopatia, broncopatia, obesità grave), con noduli cistici e liquidi e in noduli con grosse calcificazioni.

Nel video le interviste a Simona Merlino, medico dell’UO di Endocrinologia de “La Maddalena”, e ad Antonio Noto, chirurgo.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV