nursind claudio trovato

La denuncia del Nursind Sicilia: “Nessuna remunerazione aggiuntiva per gli infermieri in trincea”

16 Aprile 2020

Il coordinatore regionale Claudio Trovato "le norme nazionali e ragionali non vengono applicate, come nel caso delle unità speciali note come Usca, che sono remunerate con risorse destinate solo al personale medico"

 

di

Nessuna remunerazione aggiuntiva prevista per gli infermieri impegnati in trince nella lotta contro il coronavirus. Il Nursind Sicilia scrive all’assessore alla Salute chiedendo un confronto proficuo per provare a gratificare il lavoro di migliaia di infermieri. Claudio Trovato, coordinatore regionale del Nursind Sicilia, spiega che “sa un lato l’assessorato emana direttive di informazione per i sindacati, dall’altro lato i sindacati non vengono informati nei territori e le giuste norme nazionali e ragionali non vengono applicate, come nel caso delle unità speciali note come Usca, che sono remunerate con risorse destinate solo al personale medico. Se la Regione Siciliana vuole dotarsi della figura infermieristica decida quale ruolo, scopo ed economie verranno assegnati ai professionisti infermieri, non certo la mancetta da 5 euro al giorno di presenza”.

Il Nursind ricorda che “le normative sulle Usca recitano che tali unità debbano essere costituite da personale medico con una remunerazione oraria di 40 euro, come da norme sopra citate, e con degli specifici obiettivi. Non si cita però il ruolo, la funzione e la remunerazione del personale infermieristico che si è trovato implicato senza la minima informativa ed in taluni casi senza la minima formazione. Il Nursind si è sempre speso per proposte volte alla salvaguardia degli operatori e dei cittadini nell’assoluto rispetto delle normative e alle regole dettate, ma constata che a tutt’oggi non ha trovato mai risposte alle note inviate”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV