Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
ruggero razza, infortuni sul lavoro morbillo farmaci oncologici violenza sessuale corruzione rete ospedaliera anestesisti commissari medicina generale cordoglio risparmio energetico contratti manager trauma center sclerosi multipla

Dal palazzo

Il commento dell'assessore

La condanna al violentatore della dottoressa di Trecastagni, Razza: «La giustizia arriva sempre»

L'assessore regionale alla Salute commenta il verdetto comminato dal Gup in relazione alla vicenda della guardia medica.

Tempo di lettura: 1 minuto

«La sentenza di oggi, probabilmente, non potrà mai restituire alla dottoressa le sofferenze patite dopo quel gesto orribile, ma dimostra che la giustizia arriva per tutti. Alla professionista, in questo giorno, rinnovo la mia solidarietà e l’apprezzamento per il coraggio avuto nell’andare avanti».

Lo ha detto l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza (nella foto), commentando la condanna a 8 anni di reclusione comminata dal Gup di Catania nei confronti del 27enne arrestato nel settembre scorso, con l’accusa di aver sequestrato e violentato per alcune ore una medico, S. S.,  in servizio alla guardia medica di Trecastagni, nel catanese.

La giudice lo ha ritenuto il ventisettenne Alfio Cardillo colpevole di violenza sessuale, lesioni e sequestro di persona, riducendo la pena come previsto dal codice per i riti alternativi. Cardillo, che è detenuto, è stato interdetto in maniera perpetua dai pubblici uffici.

Inoltre fissato un risarcimento del danno non patrimoniale di 60 mila euro in favore della vittima e di 5 mila per l’associazione antiviolenza e antistalking Calypso.

Il legale dell’imputato, l’avvocato Luca Sagneri, ha annunciato ricorso in appello contro la sentenza.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati