Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

La visita di Mons. Corrado Lorefice

Ismett, l’Arcivescovo di Palermo benedice i nuovi spazi per i pazienti

La visita di Mons. Corrado Lorefice nei locali del Centro Cuore inaugurati alcuni giorni fa.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. L’Arcivescovo di Palermo, Mons. Corrado Lorefice, ha visitato oggi i nuovi locali del Centro Cuore, inaugurati presso Ismett il 16 maggio. L’Arcivescovo che  per precedenti impegni non aveva potuto prendere parte alla manifestazione per i 20 anni dell’Istituto ha, così, potuto benedire i nuovi spazi dedicati ai pazienti.

Trentatré nuovi posti letto (10 dedicati ai pazienti pediatrici e 23 ai pazienti adulti) realizzati all’interno del reparto appena ristrutturato e collegato con l’edificio principale di ISMETT attraverso un avveniristico ponte. Nel corso della sua visita, l’Arcivescovo è stato accompagnato dal Direttore di Istituto, Angelo Luca, ed ha incontrato parecchi pazienti adulti e bambini ricoverati ed alcuni degli operatori sanitari che lavorano presso l’Istituto.

«Si percepisce in questa struttura una grande energia- ha sottolineato l’Arcivescovo parlando con i dipendenti di Ismett-  Una struttura di questo tipo non potrebbe esistere senza un grande spessore umano, spessore che è evidente in tutto il personale di questo centro. L’energia e la forza che si sprigiona dimostra che l’uomo non è solo un ammasso di cellule ma è qualcosa di più».

L’Arcivescovo Lorefice ha, inoltre, visitato il reparto di Terapia Intensiva intitolata al Cardinale Salvatore Pappalardo, uno dei padri fondatori dell’Ismett ed il reparto di Pediatria. Si è soffermato a parlare con i pazienti e con i loro parenti, donando loro una parola di conforto.

«La grandezza di questa struttura- ha continuato Mons. Lorefice- risiede nel riconoscere le capacità dell’altro, del collega che con voi lavora e trasformare questa consapevolezza in forza. Si percepisce quella che è una parola umana ma che ha tanto da dire per i pazienti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati