Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
coronavirus gridelli

ASP e Ospedali

Dalla Joint Commission International

Ismett, arriva la terza certificazione di qualità Gridelli: «Premiati i nostri sforzi»

L'accreditamento è giunto da parte della Joint Commission International, l’Organizzazione che valute le cure che i pazienti ricevono in ospedale. Il direttore dell'Istituto per i Trapianti: «Un'ulteriore conferma del buon uso che facciamo delle risorse messe a disposizione dal governo regionale».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. La Joint Commission International (JCI), l’organizzazione che certifica sicurezza e qualità delle cure che i pazienti ricevono in ospedale ha emesso per la terza volta consecutiva l’accreditamento per l’Ismett (Istituto mediterraneo per i trapianti) di Palermo.

Il riconoscimento è giunto in seguito ad una verifica durata quattro giorni – dal 26 al 29 ottobre – effettuata da una commissione internazionale che ha valutato più di 300 standard di sicurezza e qualità della vita all’interno della struttura, compresi gli aspetti riguardanti la diagnostica e la farmacia, la gestione dei macchinari e dell’edificio, solo per nominarne alcuni.

Il primo sì risale al 2009, a seguito del quale sono seguiti gli altri ad intervalli di tre anni. Bruno Gridelli, direttore dell’Istituto mediterraneo per i Trapianti: «Tutto il personale di Ismett e Upmc continua a lavorare intensamente per fornire le migliori cure possibili in un ambiente sicuro per i pazienti, le loro famiglie e i lavoratori. Il successo della rigorosa valutazione esterna da parte della Jci è un’ulteriore conferma del buon uso che l’Istituto fa delle risorse messe a sua disposizione dal governo regionale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati