Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

A Messina

Irccs Bonino Pulejo, si conclude la direzione scientifica di Bramanti

Per lui la carica di emerito. A prendere il suo posto, in attesa che si concluda la procedura per la nomina, sarà Emanuela Mazzon, in qualità di vice direttore.

Tempo di lettura: 3 minuti

MESSINA. Ha avuto luogo stamattina, presso l’Auditorium di Casazza, il saluto al prof. Placido Bramanti, che ha terminato il suo incarico di direttore scientifico dell’Irccs Neurolesi Bonino Pulejo. A prendere il suo posto, in attesa che si concluda la procedura per la nomina di un nuovo direttore scientifico, sarà Emanuela Mazzon, in qualità di vice direttore. Il professore inoltre, ha ricevuto la prestigiosa nomina di direttore scientifico emerito.

Nella stessa giornata, si è svolta anche l’intitolazione delle tre palestre riabilitative presenti a Casazza, alla memoria del senatore e direttore della Gazzetta del Sud Nino Calarco, del presidente della Ses Giovanni Morgante e del dirigente della Publikompass Vittorio Causarano, padri fondatori del centro Bonino Pulejo. Presenti i rispettivi figli: Sanny Calarco, Katia Morgante, Lino Morgante (presidente della Fondazione Bonino Pulejo e attuale presidente e amministratore delegato della Ses) e Giovanni Causarano, che hanno espresso il proprio sostegno alla struttura e l’augurio che possa proseguire nel segno della continuità durante gli anni a venire.

«Oggi-ha affermato Bramanti- abbiamo ricordato i fondatori di questa realtà. Loro mi hanno aiutato in quell’idea che c’era stata all’inizio e che in 33 anni si è realizzata. Un altro grande progetto è stato quello che ha avuto come protagonisti i nostri giovani meridionali. Dare la possibilità ai giovani di lavorare nel proprio territorio significa rendere più facile la fornitura di servizi e attività, e questa ha rappresentato la nostra grande scommessa. Molti di loro sono rimasti con noi e non ci hanno traditi, e da 3 figure con cui abbiamo iniziato, siamo arrivati ad oltre 1000. Dobbiamo credere nella professionalità e nella realtà giovanile siciliana e meridionale, questa è la loro casa e qui potranno essere gratificati e costruire il proprio futuro».

«Da domani- ha proseguito il professore- continuerò ad essere vicino all’Istituto, sia grazie al ruolo di direttore scientifico emerito che mi è stato conferito, sia per gli altri incarichi che mi sono stati dati dalla Regione e dal Ministero della Salute, di cui sono fiero e orgoglioso». Bramanti ha anche fatto un excursus sulla nascita del Centro Neurolesi, ripercorrendo tutte le tappe che hanno portato al riconoscimento di Irccs da parte del Ministero e ricordando i progetti ancora in corso, rivolti ai bambini e agli anziani. «Lascio una struttura sana nella mani della dott.ssa Mazzon, che conosce bene questa realtà. Non vi dimenticherò, continuerò a seguirvi e ad essere il vostro più grande tifoso».

«È difficile trovare le parole- ha dichiarato Vincenzo Barone, direttore generale dell’Irccs- per ringraziare un leader e un grande maestro. Con me è stato rigoroso e severo, quando non l’ho seguito nei suoi sogni, perché il suo obiettivo è stato sempre quello di mettere al centro il paziente. Questa giornata non segna un punto di fine, ma di inizio”. Barone ha poi consegnato, insieme al direttore amministrativo Maria Felicita Crupi, una targa a Bramanti, per esprimere la gratitudine di tutto il Centro Bonino Pulejo, per il lavoro svolto durante questi numerosi anni, trascorsi alla direzione scientifica dell’Istituto.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati