Case di cura

La Casa di cura replica: «Siamo estranei ai fatti»

«Interventi con chirurghi non registrati»: Palermo, 5 indagati alla clinica Macchiarella

Operazione dei Nas contro presunte false attestazioni in cartelle cliniche. Ma dalla clinica replicano: «Ci riteniamo estranei ai fatti. Nessuna alterazione o falsità è stata effettuata nelle cartelle cliniche che risultano correttamente compilate secondo le normative vigenti».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Falso. È questa l’accusa per la quale la Procura di Palermo ha iscritto nel registro degli indagati Biagio Macchiarella, socio della omonima clinica convenzionata palermitana, il direttore sanitario Giovanni Barbaro e tre medici dell’Asp di Trapani: Antonio Tateo, Salvatore Pedone e Guglielmo Terranova, in servizio all’ospedale Borsellino di Marsala.

Agli ultimi due si contesta di avere partecipato a interventi chirurgici nella clinica palermitana senza che la loro presenza risultasse dai registri di sala operatoria.

L’inchiesta è condotta dai Nas, che il 22 febbraio hanno effettuato un’ispezione alla Macchiarella.

Ma dalla Macchiarella poche ore dopo è arrivata la replica: «La Casa di cura Macchiarella si ritiene estranea ai fatti. Le notizie diffuse hanno ad oggetto un’attività residuale per la casa di cura, che è anche autorizzata dal Ssn a svolgere attività privatistica. I medici soggetti ad indagine si trovavano nella struttura come osservatori dell’operato del dottor Antonio Tateo, medico a contratto di collaborazione libero professionale per pazienti in regime privatistico. Nessuna alterazione o falsità è stata effettuata nelle cartelle cliniche che risultano correttamente compilate secondo le normative vigenti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.