innogea talks

Dal palazzo

L'iniziativa

Innogea Talks, a Palermo si fa il punto sulla qualità e sicurezza delle cure

Il 21 giugno, al Marina Convention Center di Palermo, esperti da tutta Italia a confronto

Tempo di lettura: 4 minuti

In occasione della ricorrenza del suo ventesimo anniversario, Innogea organizza al Marina Convention Center di Palermo un evento di caratura nazionale dal titolo “Innogea Talks. Qualità e sicurezza delle cure. Come migliorare le prestazioni delle strutture alla luce del Decreto Concorrenza”. L’evento inizierà alle 9.30 di venerdì 21 giugno ed è particolarmente rivolto a manager, professionisti e medici delle strutture sanitarie e ospedaliere presenti sul territorio nazionale.

“L’obiettivo è quello di trattare tematiche di interesse per le organizzazioni sanitarie e trasferire best practice attraverso la presentazione di studi, case histories, esperienze e relazioni di esperti e operatori del settore – afferma Marco Lampasona, presidente di Innogea. –  Nel corso del primo Innogea Talks cercheremo di declinare i capisaldi della qualità e sicurezza delle cure alla luce del Decreto Concorrenza e di altri recenti riferimenti normativi, al fine di comprendere al meglio le prospettive e gli scenari futuri verso cui tendere per il miglioramento costante delle prestazioni sanitarie.”

Fra i temi che si affronteranno anche quello del Programma Nazionale Esiti. “Sin dalla presentazione della prima edizione del Programma Nazionale Esiti di Agenas, Aiop ha guardato a questo osservatorio sistematico della qualità dell’assistenza ospedaliera con curiosità ed interesse, con l’intento di diffondere tra i clinici e gli amministratori delle strutture associate i contenuti e le metodologie del Programma Nazionale Esiti (PNE)- afferma la presidente regionale di Aiop Barbara Cittadini– Ultimamente il PNE, si sta trasformando da strumento di audit clinico-organizzativo, utile a identificare i punti di forza da potenziare e le criticità da superare, in un’ottica di miglioramento continuo, a sistema dal quale attingere informazioni per selezionare le strutture erogatrici. Questa trasformazione non tiene conto del fatto che le valutazioni sono soggette a errori: è sufficiente che una struttura sbagli a registrare i propri dati perché la misurazione sia completamente alterata”.

“Inoltre, gli ambiti valutati saranno sempre una piccola percentuale di tutta la dimensione dell’assistenza ospedaliera. La riforma del sistema, già in atto- aggiunge Barbara Cittadini- non deve tradire la preziosa ed originaria natura della valutazione delle performance per piegarla ad un meccanismo di razionalizzazione acritica delle sole strutture di diritto privato del SSN come, purtroppo, sembra avvenire leggendo il combinato tra la nuova disciplina della Concorrenza in sanità, il DM 70 e, più in generale, l’assetto normativo che regola i tre momenti di autorizzazione, accreditamento e contrattualizzazione. Come Associazione desideriamo, invece, continuare a costruire e promuovere un dialogo costante con tutti coloro che hanno l’onere e l’onore di dovere fare la programmazione sanitaria sulla base delle evidenze scientifiche, unico baluardo per orientare la gestione e la riforma del sistema sulla base di criteri oggettivi.”

“Sono lieto di prendere parte a questo evento – afferma il direttore sanitario della Casa di Cura Koelliker di Torino, Domenico Tangolo – sarà un momento di confronto prezioso nel corso del quale avremo la possibilità di condividere esperienze concrete per il miglioramento della qualità delle cure. Su un tema così delicato c’è sempre bisogno di confrontarsi. In particolare, io avrò il piacere di illustrare l’esperienza certamente positiva maturata con Innogea. Un’esperienza importante, per estensione e complessità, in particolare riguardo alla mappatura del rischio fatta all’interno della nostra casa di cura che è stata realizzata con un livello di coinvolgimento davvero apprezzabile”.

“Non ci può essere buona sanità senza una particolare attenzione alla qualità delle prestazioni – afferma il presidente regionale Aris Domenico Arena. – In tal senso il lavoro svolto in questi anni da Innogea è stato per noi un ottimo supporto. Ritengo poi particolarmente attuale ed appropriato un momento di confronto, fra i diversi operatori del settore sanità, sul decreto concorrenza che presenta alcune criticità”.

I posti disponibili per partecipare all’evento in presenza sono esauriti, ma rimangono ancora gli ultimi posti per partecipare in modalità online, tramite diretta streaming. Per effettuare l’iscrizione occorre compilare il form disponibile al seguente link: https://linktr.ee/innogeatalks.
Per maggiori informazioni è possibile inviare una mail a eventi@innogea.com oppure chiamare il numero 091 7434774.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche