BEST IN SANITAS

Candidati entro il 30 Giugno 2022

Clicca qui

Dal palazzo

Le interviste video

Infezioni sessualmente trasmissibili, da Palermo l’appello per la prevenzione

Insieme a diagnosi e terapie è uno dei temi al centro di un convegno che prevede un focus su Papilloma Virus (Hpv) e Hiv.

Tempo di lettura: 3 minuti

Ha preso il via oggi e proseguirà anche domani il convegno sulle “Infezioni sessualmente trasmissibili con un particolare focus al Papilloma Virus (Hpv) e all’Hiv” (CLICCA QUI per il servizio video).  Ogni giorno in tutto il mondo vengono contratte più di 1 milione di infezioni a trasmissione sessuale. Tra le più temibili si annoverano, appunto, l’infezione da HIV e HPV. Quest’ultima è ormai ampiamente diffusa nel mondo: sono 290 milioni le donne che corrono il rischio di ammalarsi di tumore alla cervice uterina, il quarto tra i tumori più comuni e che rappresenta il 6,5% di tutti i tumori diagnosticati nel sesso femminile.

«Tra le infezioni sessualmente trasmesse attualmente l’Hpv è quella più diffusa. In questi due giorni parleremo quindi di prevenzione, diagnosi e terapia- ha precisato Giuseppe Scaglione responsabile dell’ambulatorio di HPV dell’Arnas Civico di Palermo e membro del comitato scientifico dell’evento- C’è anche la possibilità di fare gli screening per l’Hiv, perché abbiamo a disposizione un camper che farà i test gratuiti a chiunque voglia farli». L’evento si tiene presso il Casale San Lorenzo di Palermo e darà l’opportunità ai medici iscritti di ottenere 11 crediti formativi. Il camper esterno per gli screening Hiv è stato allestito grazie al contributo di Arcigay Palermo.

«L’Hiv è una infezione che non produce sintomi e non dà alcun problema di salute alle persone che vi entrano in contatto, l’Aids è quella fase dell’infezione che non curata determina sintomi e quelle problematiche rispetto alle difese immunologiche delle persone che appunto fanno sviluppare la malattia- ha specificato Tullio Prestileo, direttore Uosd di Patologie Infettive nelle Popolazioni Vulnerabili presso l’Ospedale Civico di Palermo e membro del comitato scientifico dell’evento- L’Hiv oggi non è un problema se trattato e controllato, invece, l’Aids è un bel problema perché necessità di un impegno assistenziale importante».

«Centinaia di migliaia di pazienti hanno il Papilloma Virus asintomatico, per cui non sanno di essere infetti. Il concetto fondamentale, però, è che una paziente con Hpv non corrisponde ad una paziente con cancro alla cervice, perché se la malattia viene seguita nel modo giusto non influenzerà la vita di chi ne è affetto– ha riferito Vito Chiantera, professore dell’Università degli Studi di Palermo e direttore dell’Unità operativa complessa di Ginecologia oncologica dell’Ospedale Civico- Certamente il range dei controlli deve essere un pochino più frequente rispetto a quello di una paziente che non ha questo tipo di positività, ma la vita, il percorso di fertilità e lo stato di salute saranno assolutamente conservate. Il comportamento dei ginecologi deve essere tranquillizzante e accudente verso questi pazienti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche