Policlinici

Ecco come iscriversi

Infettivologia pediatrica, al via a Palermo un master universitario

In collaborazione con il Dipartimento PROMISE dell'Università. Coordinatrice la prof.ssa Claudia Colomba, coordinatore vicario il prof. Antonio Cascio

Tempo di lettura: 4 minuti

Approfondire le conoscenze nelle malattie infettive pediatriche è lo scopo del master universitario di II livello in “Infettivologia pediatrica” organizzato da Claudia Colomba, professoressa ordinario di malattie infettive e direttrice dell’UOC di “Malattie infettive pediatriche” dell’ospedale dei bambini “G. Di Cristina” di Palermo. Al corso, primo nel suo genere in Sicilia, si potrà partecipare da tutta Italia.

Della sua valenza e sulla prospettiva degli argomenti che saranno trattati, spendibili in diversi settori, abbiamo parlato con la coordinatrice professoressa Claudia Colomba e con il coordinatore vicario il professore Antonio Cascio, direttore della U.O.C. “Malattie Infettive” del Policlinico “Giaccone” .

Professoressa Colomba, a Palermo sarà attivato il primo master in infettivologia pediatrica…
«Sì il master di secondo livello è stato organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Promozione della Salute, Materno Infantile, di Medicina Interna e Specialistica di Eccellenza “G. D’Alessandro” (PROMISE) dell’Università degli Studi di Palermo e ha una durata annuale per un totale di 1.500 ore. Sono previsti 60 Cfu ed è obbligatoria la conoscenza della lingua inglese. Le classi saranno composte da un minimo di 10 iscritti fino a un massimo di 20».

Perché un master in infettivologia pediatrica?
«Rappresenta una grande opportunità di formazione teorico-pratica nell’ambito dell’infettivologia pediatrica. Ritengo che tanto il percorso formativo della scuola di specializzazione in Malattie infettive tropicali, quanto quello della Pediatria possano trovare nel Master in infettivologia pediatrica un momento importante di sintesi ed approfondimento su tematiche altrimenti non adeguatamente rappresentate. L’acquisizione delle giuste competenze nella gestione del bambino affetto da patologie infettiva consentirà così a tanti giovani medici di svolgere il loro ruolo in maniera consapevole e competente».

Quali sono gli obiettivi?
«Vogliamo fornire competenze specifiche sulle malattie infettive, peculiari dell’età pediatrica e su tutte le patologie infettive che nel bambino richiedono un intervento diagnostico e terapeutico tempestivo. L’alta prevalenza delle malattie infettive in età pediatrica, le mutazioni nell’epidemiologia infettivologica indotte dall’evoluzione dei fenomeni geopolitici e climatici e l’emergente diffusione dell’antimicrobico resistenza anche nelle fasce di età più piccole della popolazione, rendono la corretta gestione delle problematiche infettivologiche pediatriche un bisogno emergente per ogni professionista che curi la salute dei bambini».

Quali strumenti fornirà il master ai medici?
«I futuri medici saranno preparati per effettuare diagnosi, trattamento e prevenzione delle patologie infettive nel bambino, al fine di garantire la salute del singolo preservando al tempo stesso la comunità pediatrica dal contagio».

Quale titolo di studio è richiesto?
«Possono partecipare al master chi è in possesso di una Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia LM-41 rilasciata ai sensi del D.M. 270/2004; di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia conseguita ai sensi del D.M. 509/1999 e di Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita secondo gli ordinamenti in vigore anteriormente all’applicazione del D.M. 509/1999 (V.O.).
Inoltre, possono presentare domanda di ammissione alla selezione gli studenti privi del titolo di laurea richiesto per l’ammissione, ma che ne conseguano il possesso prima della data prevista per l’immatricolazione al corso di master».

Quali sono gli sbocchi professionali?
«La figura professionale formata nel master può trovare sbocco in settori quali: Pediatria, Neonatologia, Oncoematologia Pediatrica, ambulatori pediatrici, servizi sanitari dedicati all’età pediatrica e neonatale; in Ortopedia pediatrica, terapia intensiva neonatale e Chirurgia Pediatrica (in qualità di consultant infettivologo)».

In che modo è articolato il corso?
«Ci sarà una parte dedicata alla didattica frontale e un’altra a distanza in modalità e-learning. Poi una parte del corso sarà dedicata allo studio individuale. Seguirà il tirocinio di una durata e il work experience. Infine, il partecipante elaborerà una tesi con prova finale».

Dove si svolgeranno il tirocinio e la work experience?
«Nell’ospedale dei Bambini “Di Cristina” di Palermo».

In cosa consiste la work experience?
«È l’attività clinica pratica che si farà in reparto con l’assistenza ai piccoli pazienti affetti da patologie infettive. I giovani masterizzandi saranno guidati nell’attività da tutor docenti».

Quando scadono le iscrizioni?
«Per partecipare al master c’è tempo fino al 15 marzo. Per iscriversi bisogna registrarsi al Portale Studenti (CLICCA QUI)».

Professore Cascio, lei sarà coordinatore vicario del master. Qual è l’importanza di questo corso per il futuro dei giovani infettivologi?
«Il master sarà utile a tutti gli infettivologi che non hanno avuto modo nella loro carriera di occuparsi di patologia pediatrica e che prevedono di occuparsi, magari in qualità di consulenti, di infezioni in ambito pediatrico. Sarà altresì utile a tutti quei pediatri che nei loro percorsi formativi non hanno potuto approfondire le tematiche dell’infettivologia pediatrica. Prevedo che questo titolo sarà ben spendibile nei casi in cui dovrà essere individuata in ambito ospedaliero una figura che possa ricoprire un incarico di responsabile di un ambulatorio o di un reparto di infettivologia pediatrica».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche