Infermiere colpito da un pugno, il Nursind: «Situazione intollerabile»

23 Novembre 2020

Per l'ennesima volta un operatore sanitario è stato aggredito. L'ultimo caso è andato in scena al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. La protesta del Nursind.

 

di

Per l’ennesima volta un operatore sanitario è stato aggredito. L’ultimo caso è andato in scena al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, dove un infermiere è stato colpito da un pugno.

Il Nursind insorge: «Siamo arrivati a un punto di non ritorno- dice il segretario territoriale Salvatore Terrana– Oltre all’emergenza legata al covid 19 gli operatori sanitari si trovano a dover fronteggiare il rischio di continue minacce e aggressioni che rendono le giornate lavorative un incubo. L’infermiere colpito con un pugno al volto si era mostrato disponibile e non aveva avuto alcun atteggiamento che potesse creare stati di tensione o irritazione».

Dal sindacato sottolineano: «È intollerabile che nel bel mezzo di una pandemia si debba pure rischiare la vita a causa di un sistema sanitario che è in forte difficoltà. Come Nursind ci costituiremo parte civile in tutti i processi in difesa degli infermieri aggrediti, ma chiediamo ai vertici di tutte le aziende sanitarie di intervenire duramente e adottare tutte le misure necessarie a garantire la massima sicurezza ai lavoratori in questa fase così difficile e delicata».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV