ASP e Ospedali

Nel Messinese

«Infermiera con 5 giorni di lavoro in un anno ma premiata»: sindacati pronti alla denuncia

Uil-Fpl, Fp-Cgil e Fials tornano sulla vicenda relativa ad una progressione economica orizzontale e chiedono all'assessore Razza l'esito dell'ispezione.

Tempo di lettura: 2 minuti

Uil-Fpl, Fp Cgil e Fials tornano sul caso dell’infermiera “premiata” con soli 5 giorni di lavoro e minacciano di denunciare la vicenda alla magistratura. La nota a firma di Livio Andronico (Uil-Fpl), Antonio Trino (Fp-Cgil) e Domenico La Rocca (Fials), è stata indirizzata all’assessore regionae alla Salute, Ruggero Razza.

I sindacalisti chiedono conto e ragione al vertice assessoriale «dopo che è esploso il caso dell’infermiera-sindacalista, beneficiaria della progressione economica orizzontale avendo lavorato solo 5 giorni in un anno, avendo usufruito per i permessi sindacali».

Ecco il documento spedito a Palermo.
“Le scriventi organizzazioni sindacali, con precedente nota PEC del 26/03/2022 hanno chiesto un urgente ispezione da parte di codesto Onorevole Assessorato al fine di verificare quanto denunciato in merito ad un infermiera sindacalista in semi-distacco sindacale, che con soli cinque giorni di servizio effettuati nell’anno 2020 ha beneficiato della progressione economica orizzontale. Tale notizia, ha sconvolto non solo le scriventi organizzazioni ma anche l’opinione pubblica in quanto,numerosi media regionali e nazionali si sono interessati del caso”.

“Al fine di rassicurare i numerosi lavoratori che vogliono e devono credere nella giustizia, da non confondere con il potere forte, gli stessi lavoratori che hanno svolto la propria funzione con enorme spirito di sacrificio nel periodo Covid, le scriventi organizzazioni sindacali, che avevano chiesto la revoca della delibera di attribuzione della PEO a favore della succitata sindacalista, sono state costrette a rivolgersi all’Ispettorato dell’Assessorato alla Salute, per fare chiarezza su una problematica così spinosa e verificare se l”infermiera sindacalista fosse in possesso dei requisiti previsti dal bando”.

“Certamente, giova ricordare che nella prima delibera pubblicata dall’azienda, con i nominativi dei beneficiari, alla sindacalista non era stata riconosciuta la PEO in quanto, priva di un requisito essenziale cioè quello della valutazione del dirigente. Successivamente, appare la scheda di valutazione della dipendente con valutazione positiva ottenuta con soltanto cinque giorni di presenza effettiva nell’anno 2020, presso il Poliambulatorio di Villafranca Tirrena dell’Asp di Messina. Purtroppo, signor Assessore, ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro, anche se per vie informali siamo stati informati che tale indagine ispettiva è stata avviata”.

“Pertanto, per quanto sopra esposto, si chiede di conoscere le determinazioni che sono state intraprese nei confronti dell’Azienda e del dirigente valutatore. Si fa presente, che perdurando il silenzio da parte di codesto Onorevole Assessorato, le scriventi saranno costrette a denunciare alle autorità competenti quanto sopra esposto”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche