Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Sit in dei sindacati

Indennità, progressioni e buoni pasto, protestano i lavoratori di Villa Sofia – Cervello

Nel video l'intervista a Giuseppe Forte (Fials), Alfredo Guerriero (Nursind) ed Enzo di Prima (Uil)

Tempo di lettura: 1 minuto

Sit in di protesta davanti alla direzione aziendale di Villa Sofia Cervello da parte dei lavoratori iscritti ai sindacati Fials Confsal, Nursind Nursing Up e Uil Fpl.

A muovere lo stato di agitazione diverse vertenze, fra le quali il pagamento di indennità covid arretrate e il rispetto di tutta una serie di diritti acquisiti dai lavoratori come progressioni di carriera, gli incarichi per le funzioni di coordinamento non ancora riconosciute in busta paga, i buoni pasto.

Nel video l’intervista a Giuseppe Forte (Fials), Alfredo Guerriero (Nursind) ed Enzo di Prima (Uil).

L’azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello si è impegnata a convocare i sindacati inviando una lettera entro sette giorni per discutere e risolvere le prime criticità motivo della protesta. È quanto emerso oggi al termine del sit-in organizzato da Fials Confsal, Nursind Nursing Up e Uil Fpl davanti alla sede legale dell’azienda.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati