Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Il provvedimento

Inchieste su false vaccinazioni e maltrattamenti, l’Opi Palermo sospende tre infermieri

Il presidente Amato sottolinea: «Abbiamo seguito la tempistica e l'iter previsti per legge, con fermezza e senza tentennamenti».

Tempo di lettura: 1 minuto

Il Consiglio direttivo dell’Ordine degli Infermieri di Palermo ha sospeso l’infermiera coinvolta nell’inchiesta giudiziaria sulle false vaccinazioni all’Hub della Fiera del Mediterraneo e i due infermieri coinvolti nell’inchiesta giudiziaria sui maltrattamenti inflitti nella casa di cura di Castelbuono.

«Abbiamo seguito la tempistica e l’iter previsti per legge- commenta il presidente Nino Amato (nella foto di Insanitas)– intervenendo con fermezza e senza tentennamenti per sanzionare infermieri che sono al centro di due vicende verso cui esprimiamo totale sdegno e condanna». Amato rimarca come «questi fatti gravissimi ledano l’immagine di migliaia di professionisti seri che con senso del dovere ed abnegazione svolgono ogni giorno il loro compito. Noi giuriamo di difendere e garantire la salute altrui e siamo fieri di farlo, questa è la nostra missione. Siamo e saremo sempre inflessibili verso chi tradisce il nostro giuramento e viene meno al proprio dovere etico, morale e professionale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche