Dal palazzo

I dettagli

Inchiesta a Messina, indagata Giovanna Volo

All’interno dell’inchiesta che coinvolge la clinica privata Nemo Sud e il Policlinico di Messina. Disposto il divieto di contrarre a quattro indagati, fra cui il commissario dell'Asp di Catania Laganga Sanzio

Tempo di lettura: 2 minuti

«Ho appreso stamattina di essere sottoposta a indagine da parte della Procura di Messina. Nonostante si tratti di fatti relativi a un periodo precedente il mio incarico di assessore, ho ritenuto opportuno informare subito il presidente della Regione. Sono serena e consapevole di avere sempre agito nel pieno rispetto delle regole. Confermo la piena fiducia nel lavoro della magistratura e resto a disposizione degli inquirenti per chiarire rapidamente la mia posizione». Lo dichiara l’assessore regionale alla Salute Giovanna Volo commentando l’indagine nei suoi confronti all’interno dell’inchiesta sulla gestione della clinica privata Nemo Sud da parte degli ex vertici del Policlinico di Messina.

Inchiesta Messina, Schifani: «Fiducia immutata nell’assessore Volo»
«Un’indagine non è una condanna, né penale né politica. Stamane l’assessore Volo mi ha correttamente informato dell’accaduto e dei fatti che le si contestano. Rimane immutata la mia fiducia nei suoi confronti». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, in merito all’indagine della Procura di Messina.

Le misure cautelari: Per Giuseppe Vita, Mario Giovanni Melazzini, Alberto Fontana e l’attuale commissario straordinario dell’Asp di Catania Giuseppe Laganga Senzio è stata disposta la misura cautelare del divieto temporaneo di contrattare con la pubblica amministrazione e di esercitare impresa in ambito sanitario. Per tutti e nove gli indagati ciascuno pro quota, è stato invece disposto il sequestro preventivo di denaro, beni mobili e immobili, per l’importo complessivo di 11 milioni di euro, pari ai fondi pubblici distratti. L’ordinanza delle misure cautelari è stata firmata dal gip Claudia Misale

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche