BEST IN SANITAS

Candidati entro il 30 Giugno 2022

Clicca qui

Dal palazzo

Il servizio video di Insanitas

Il Long Covid colpisce più di un guarito su due: al via in Sicilia una rete di prevenzione e cura

Il tema è stato al centro di un convegno organizzato dall'Ufficio Speciale Comunicazione per la Salute in collaborazione con Lions International, Università degli Studi di Palermo e Cefpas.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. L’attuale emergenza pandemica ha fatto emergere l’esigenza di creare un sistema di sorveglianza dedicato alla prevenzione e una rete di PTDA codificati per il trattamento e la riabilitazione da Long Covid. Infatti la percentuale di persone guarite dall’infezione da SARS-CoV-2 ma che necessita ancora di assistenza sanitaria a distanza di settimane o mesi dalla negatività al test supera il 50%. Questo quanto emerso nel corso del convegno “Il silenzio del Long Covid: Sussidiarietà e strumenti di prevenzione del rischio di una nuova emergenza sanitaria” che si è tenuto oggi, giovedì 16 dicembre, nella prestigiosa sede di Palazzo Steri a Palermo (CLICCA QUI per il servizio video di Insanitas)

Durante l’incontro, organizzato dall’Assessorato regionale della Salute- Ufficio Speciale Comunicazione per la Salute in collaborazione con Lions International, Università degli Studi di Palermo e Cefpas, è stato fatto il punto sullo stato dell’arte sul delicato tema del Long Covid e dei percorsi di diagnosi e terapia. Nel corso del convegno numerosi professionisti si sono confrontati sulle diverse esperienze provenienti dall’ambito medico e clinico.

«Il dialogo sinergico tra istituzione e comunità scientifica ci deve condurre verso una gestione ordinaria della pandemia con la quale stiamo imparando a convivere, ma il nostro impegno è anche quello di arginare la disinformazione portando la cittadinanza ad informarsi attraverso i canali istituzionali, gli unici che restituiscono le azioni messe in campo dalla Regione Siciliana», a dirlo Angela Antinoro capo di gabinetto dell’Assessorato regionale della Salute che ha portato i saluti dell’Assessore Ruggero Razza che ha fortemente voluto l’avvio di questo percorso.

Nel corso del convegno è stato anche presentato il protocollo di intesa siglato tra l’Assessorato regionale della Salute e Lions International: «La collaborazione tra Assessorato e Lions è finalizzata al sostegno e alla promozione della salute per rafforzare l’adesione alle attività di prevenzione- spiega la dott.ssa Daniela Segreto, dirigente Ufficio Speciale Comunicazione per la Salute- Grazie alla loro diffusa rete territoriale e al coinvolgimento dei professionisti sanitari che aderiscono all’associazione, possiamo occuparci della popolazione più difficile da raggiungere».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche