sciopero stabilizzazione precari sanità siracusa

Il grido di allarme dell’Intersindacale medici: «La Sanità del Siracusano è fanalino di coda in Sicilia»

24 Gennaio 2019

Al via un appello all'assessore Razza. Tra le richieste lo sblocco immediato delle procedure per la costruzione del nuovo ospedale di Siracusa e l’aumento delle risorse destinate all’assunzione di personale da 180 a 200 milioni di euro.

 

di

SIRACUSA. Lo sblocco immediato delle procedure per la costruzione del nuovo ospedale di Siracusa e l’aumento delle risorse destinate all’assunzione di personale da 180 a 200 milioni di euro: sono le richieste inoltrate dall’intersindacale medica provinciale all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

Nel documento (leggi qui) si denuncia che nel Siracusano c’è “il più basso numero percentuale dei posti letto per abitante della Regione (2,9% provinciale a fronte della previsione del D.M. 70/2015 del 3,7%)”, così come esisterebbe “il più basso numero di Strutture complesse e semplici della Sicilia, sempre in rapporto alle previsioni del D.M.70/2015”.

Sotto accusa anche “le minori risorse finanziarie di spesa per il personale della Sicilia (appena 180 milioni di euro), che non hanno consentito di avviare tutte le specialità previste dalla Regione (vedi, ad esempio, posti di riabilitazione) e che relegano Siracusa all’ultimo posto della statistica di personale sanitario assegnato all’assistenza”.

Ecco le proposte dell’intersindacale medica: 

A- Il nuovo ospedale di Siracusa dovrà essere classificato di II livello e dovrà prevedere tutte le specialità individuate dal D.M 70/15, con la previsione che il progetto e l’acquisto dell’area dovranno tenere conto di tale obiettivo;
B- L’Ospedale di Lentini dovrà essere classificato di I livello;
C- Nelle more della costruzione del Nuovo Ospedale di Siracusa, che l’attuale ospedale sia integrato con le specialità e i posti letto sotto indicati:

1) Chirurgia Plastica, indispensabile per potenziare l’attività della Breast/Unit

2) Chirurgia Pediatrica

3) Chirurgia Toracica;

4) Neurologia con Stroke Unit di II livello

5) Neuroradiologia Interventistica

6) Attivazione del Polo Oncologico Provinciale previsto per l’ospedale di Augusta in aggiunta alle unità operative già presenti;

7) Attivazione dell’Osservazione Breve Intensiva presso il P.O. Muscatello di Augusta.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV