Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Salvatore Di Rosa

Il direttore di un Covid-Hospital: «Sono un “soldato” della Sanità, rinuncio al compenso»

La decisione di Salvatore Di Rosa, a capo della direzione scientifica del Covid-Hospital di Partinico.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Presterò la mia opera come “un soldato”, per fornire il mio contributo a favore della collettività: non intendo ricevere alcun compenso».

Salvatore Di Rosa, medico in pensione ed ex direttore generale dell’ospedale Villa Sofia, fa sapere di rinunciare al compenso previsto (25 mila euro per tre mesi) per il suo incarico di direttore scientifico del Covid-Hospital di Partinico.

In una nota inviata al direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, sottolinea di essere motivato dalla propria etica e deontologia professionale e di voler mettere a disposizione la propria persona e la propria esperienza plurispecialistica e di primario medico internista nell’ambito della Sanità pubblica.

«Svolgerò l’incarico a titolo gratuito, con la stessa tenacia, impegno e serietà», sottolinea Di Rosa.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati