emergenza-urgenza

Il caso 118 approda anche all’Ars: tre deputati sollecitano un vertice urgente in Commissione Bilancio

5 Maggio 2016

Dopo i paventati rischi di privatizzazione del servizio di emergenza- urgenza in Sicilia, gli onorevoli Grasso, Cordaro e Clemente chiedono una riunione insieme agli assessori alla Salute e al Bilancio, ai vertici della Seus e ai sindacati. Obiettivo: «Conoscere ed affrontare le dinamiche che puntano a compromettere un servizio essenziale per assicurare la salute dei cittadini».

 

di

PALERMO. Il caso 118 approda anche all’Ars. Dopo l’annuncio dei sindacati di una manifestazione di protesta contro il mancato rinnovo della convezione annuale con la Seus e l’eventualità che la Regione voglia privatizzare in tutto o in parte il servizio di emergenza- urgenza in Sicilia, scendono in campo anche i deputati regionali Bernadette Grasso, Toto Cordaro e Roberto Clemente.

In una nota congiunta, i tre chiedono al presidente della Commissione Bilancio dell’Ars, Vincenzo Vinciullo, di convocare «nel più breve tempo possibile» una seduta alla presenza degli assessori regionali alla Salute (Baldo Gucciardi) e al Bilancio (Alessandro Baccei),  dei vertici della Seus e dei sindacati.

Obiettivo della richiesta: «Conoscere ed affrontare le dinamiche che puntano a compromettere un servizio essenziale per assicurare la salute dei cittadini».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV