Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

L'annuncio del presidente della Regione

I quattro fratelli siciliani colpiti da distrofia, Crocetta: «Erogati i primi cinque mesi del contributo per l’assistenza»

L'annuncio del presidente della Regione sul caso dei liparesi Giorgio, Palmina, Elena e Marco Biviano.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Sono stati erogati dall’Asp di Messina i primi 5 mesi  dell’assegno mensile di 1750 euro ciascuno ai fratelli Biviano». Lo comunica il presidente della Regione, Rosario Crocetta, aggiungendo: «A partire dal prossimo  mese, riceveranno regolarmente e per sempre, il contributo che serve per la  libera scelta sull’assistenza. I Biviano sono 4 fratelli con una patologia  degenerativa gravissima che vivono da soli alla periferia di Lipari, in un’area che non è coperta neppure da rete telefonica. Per mesi hanno sostato in  una tenda davanti palazzo Chigi, aspettando che qualcuno risolvesse la loro  situazione».

Poi  Crocetta aggiunge: «Con la nuova legge regionale è possibile risolvere casi come questi  e la prossima settimana tutti i disabili gravissimi già identificati dalle Asp,  riceveranno l’assegno di cura finalizzato all’assistenza. Ieri invece sono  partiti i pagamenti per i disabili di Palermo e provincia. Qualcuno ci accusa  di essere in ritardo, ma ricordo che la finanziaria  è stata approvata un mese fa. Non conosciamo casi in Italia in cui dei  provvedimenti di questa portata, vengano assunti 30 giorni dopo una legge».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati