Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
prevenzione odontoiatrica papardo open week malattie rare colon wifi assegni

ASP e Ospedali

Il bilancio

(H) Open week all’ospedale Papardo di Messina: 400 donne visitate gratuitamente

Grande successo per l'iniziativa organizzata da Onda, l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna.

Tempo di lettura: 2 minuti

Con circa 400 donne visitate si è chiusa la settimana di visite gratuite nell’ambito del progetto (H)Open Week organizzato da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, che vede l’Ospedale Papardo punto di riferimento a Messina e provincia.

Sin da subito il numero di telefono appositamente dedicato alle prenotazioni è stato preso d’assalto e nel giro di un paio di giorni i posti disponibili si sono esauriti. A coordinare l’iniziativa è stata Francesca Paratore, dirigente medico dell’Ospedale.

Le visite specialistiche sono state effettuate gratuitamente dai medici del Papardo al di fuori dell’orario di lavoro. Queste le unità, con rispettivi medici, che hanno aderito alla settimana di visite gratuite: Diabetologia (De Francesco), Endocrinologia (Casile), Ginecologia e Ostetricia (Caudullo con lo staff di ginecologi), Medicina della riproduzione (Bellanca), Neurologia (Buonuomo), Oncologia (Adamo con lo staff di oncologi) e Dermatologia oncologica (Lo Re, Moretti, Gioffrè), Reumatologia (Molica), Senologia (Di Cara), Pediatria (Silvestro, Santoro), Sostegno alle donne vittime di violenza (Paratore, Arena), Malattie e disturbi dell’apparato cardio-vascolare (Cerrito, Terrizzi).

L’edizione 2018 si è caratterizzata dalla sinergia tra specialisti e medici di famiglia. L’Azienda Ospedaliera Papardo già da tempo collabora con Onda e nel corso degli anni si è contraddistinta per la capacità, riconosciuta a livello nazionale, di essere a misura di donna. L’A.O. Papardo è infatti passata dall’ottenimento di un bollino rosa, ai tre bollini rosa avuti a dicembre 2017.

Si tratta del massimo punteggio che Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, dal 2007 attribuisce agli ospedali italiani “vicini alle donne” che offrono percorsi diagnostico-terapeutici e servizi dedicati alle patologie femminili di maggior livello clinico ed epidemiologico riservando particolare cura alla centralità della paziente.

“Il nostro ringraziamento va a tutti coloro i quali hanno lavorato affinché l’iniziativa riuscisse appieno ed ai tanti cittadini che si sono serviti dei nostri ambulatori”, ha evidenziato il Commissario Paolo La Paglia (nella foto).

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati