Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'assessore a Trapani per la nuova pianta organica dell'Asp

Gucciardi: «Con le nuove assunzioni miglioreremo la qualità della Sanità siciliana»

L'assessore della Salute è stato a Trapani per la presentazione della nuova pianta organica dell'Asp: «Abbiamo avviato un percorso virtuoso, non pretendiamo elemosine da Roma ma che vengano riconosciuti i nostri sforzi».

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. «Quando la scorsa estate mi sono insediato la mia prima richiesta è stata quella che gli atti aziendali con le nuove dotazioni organiche delle 17 Asp e aziende sanitarie siciliane fossero predisposti entro il 30 settembre 2015».

Lo ha detto l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi (nella foto) intervenendo nel corso della conferenza stampa nella quale la Direzione dell’Asp di Trapani ha presentato la propria nuova pianta organica del personale medico e del comparto.

«Troppi anni infatti erano passati- ha aggiunto Gucciardi- senza che nella sanità siciliana fossero immesse nuove professionalità, per dare ai siciliani il diritto a un’offerta di salute di qualità. Così come mi è sembrato un atto di giustizia rimodulare il tetto di spesa del personale sanitario per le varie Asp riequilibrandolo, pur mantenendo invariata la spesa complessiva di 2 miliardi e 365 milioni di euro».

«Pochi se ne sono accorti, ma la sanità siciliana a differenza di altre regioni dopo lo scorso 25 novembre con l’obbligo del tempo massimo di lavoro settimanale e del riposo minimo garantito, non è andata in tilt. E ciò grazie all’impegno e al sacrificio di tutti gli operatori, così come pochi si sono accorti che il ministero della Salute ha certificato come la Sicilia sia all’ottavo posto tra le regioni per quanto riguarda i Lea, i livelli minimi di assistenza, prima regione del Sud, o che vi sono regioni cosiddette virtuose che hanno percentuali di punti nascita sotto i 500 parti l’anno più alte di noi».

«Abbiamo avviato un percorso virtuoso, non pretendiamo elemosine da Roma, ma che vengano riconosciuti i nostri sforzi», conclude Gucciardi.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati