Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
guardie mediche turistiche

Dal palazzo

Sul piatto 1,3 milioni di euro

Guardie mediche e servizi socio sanitari, la Regione emana un bando per il loro potenziamento

Al bando possono partecipare comuni, aree urbane, aziende del servizio sanitario regionale, le domande devono essere inoltrate al dipartimento pianificazione strategica della regione Sicilia entro il prossimo 30 aprile.

Tempo di lettura: 1 minuto

La Regione Sicilia ha riaperto il bando per il potenziamento dei servizi socio-sanitari, dell’assistenza primaria e dei servizi sanitari non ospedalieri. Sul piatto ci sono circa 1,330 milioni di euro, derivanti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr). Saranno presi in considerazione ad esempio progetti per l’adeguamento delle guardie mediche ed il loro collegamento in rete per ridurre il numero di ricoveri ospedalieri, proposte per i consultori per l’infanzia, progetti di telemedicina. Al bando possono partecipare comuni, aree urbane, aziende del servizio sanitario regionale, cluster di città con un piano Piano Integrato di Sviluppo Urbano (PISU) che abbiano tra i 30.000 ed i 50.000 abitanti. Le domande devono essere inoltrate al dipartimento pianificazione strategica della regione Sicilia entro il prossimo 30 aprile.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati