“Giornata nazionale dei camici bianchi”, lapide commemorativa all’Omceo Palermo

20 Febbraio 2021

Sono stati commemorati i medici che, in particolare durante la pandemia di Covid-19, hanno perso la vita nell’esercizio della loro professione.

 

di

PALERMO. «Ad un anno dall’inizio della più grande emergenza sanitaria dell’epoca recente, abbiamo il dovere di onorare coloro che per garantire la salute di molti hanno sacrificato la propria vita. Lo abbiamo fatto a Palermo con i rappresentanti dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri provinciale e di tutta la Sicilia».

Lo ha detto l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, intervenendo alla cerimonia della “Giornata nazionale dei camici bianchi”, nel corso della quale sono stati commemorati i medici che, in particolare durante la pandemia di Covid-19, hanno perso la vita nell’esercizio della loro professione.

A Villa Magnisi (sede provinciale dell’Ordine dei Medici) a coordinare gli interventi nel corso della cerimonia è stato Toti Amato, presidente dell’Ordine dei medici di Palermo: “L’idea di una giornata dedicata ai camici bianchi è venuta a Luciana Littizzetto, con l’appoggio del regista Ferzan Ozpetek e con il coinvolgimento della Siae. Un momento voluto dal nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il giorno scelto coincide con quello in cui venne scoperto a Codogno il primo caso di Covid-19”.

A margine dell’iniziativa sono state dedicate ai medici scomparsi una lapide commemorativa nella quale sono stati scritti i nomi dei camici bianchi vittime della mafia o deceduti nell’esercizio della propria professione e la Cappella di Villa Magnisi.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV