Giornata della legalità, l’Asp di Agrigento aderisce con visite mediche gratuite in piazza

13 Aprile 2016

In occasione della marcia Raffadali- Joppolo Giancaxio per ricordare le vittime di mafie, l'Azienda provinciale sanitaria ha effettuato la misurazione della glicemia e dei valori pressori, il test del monossido di carbonio ai fumatori e non, e l'alcol test. Ecco le foto.

 

di

AGRIGENTO. L’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha partecipato attivamente alla marcia Raffadali- Joppolo Giancaxio per ricordare le vittime di mafia.

Durante la giornata dedicata alla legalità, l’ambulatorio mobile dell’Unità operativa di educazione e promozione della salute aziendale e dell’UES del Distretto di Agrigento ha dato un importante contributo attraverso la sensibilizzazione a una vita sana ed equilibrata.

Gli operatori presenti in Piazza Umberto a Joppolo Giancaxio hanno eseguito screening gratuiti, nello specifico: la determinazione dell’indice di massa corporea, la misurazione della glicemia, il test del monossido di carbonio ai fumatori e non, l’alcol test e la misurazione dei valori pressori.

Approfittando della numerosa affluenza, soprattutto da parte delle scuole agrigentine, il personale dell’Asp di Agrigento ha compiuto un efficace lavoro di informazione attraverso la distribuzione di brochure e materiali informativi sui temi delle varie dipendenze, della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e quelle croniche non trasmissibili.

Gli operatori si sono concentrati maggiormente su argomenti che riguardano da vicino molti giovani (che spesso sono poco informati), come la dipendenza da nicotina e dall’alcol e la prevenzione della contrazione di malattie a trasmissione sessuale mediante l’uso di contraccettivi.

Tra le tante raccomandazioni, in primis quella di allontanare il fumo attivo e passivo della sigaretta che rappresenta una delle principali cause d’insorgenza di vari tipi di cancro, soprattutto quello polmonare; poi di evitare il consumo dannoso di alcol che può causare malattie cardiovascolari e la cirrosi epatica; di usare precauzioni durante i rapporti e di fare sempre test di controllo per prevenire malattie a trasmissione sessuale, come l’AIDS.

Infine, gli esperti hanno suggerito ai numerosi partecipanti di seguire uno stile di vita sano e intelligente, prediligendo un’alimentazione corretta, variegata e ricca di cibi di provenienza vegetale; di evitare l’eccessivo consumo di alimenti e bevande calorici, carni rosse e sale; e di non abbandonarsi a una vita sedentaria ma di praticare attività fisica quotidianamente.

«Prevenire la diffusione delle malattie – affermano gli operatori dell’Asp di Agrigento – significa conoscerle, individuarne le cause e i fattori che ne favoriscono l’insorgenza; significa anche formare nella popolazione un’idea positiva di salute come bene prezioso da difendere da ogni rischio esterno o interno all’uomo».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV