Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Iniziativa dell'Asp il 10 e 11 ottobre

Gioco d’azzardo patologico, a Siracusa formazione per operatori e studenti

Iniziativa dell'Asp il 10 e 11 ottobre

Tempo di lettura: 3 minuti

SIRACUSA. Il Coordinamento provinciale permanente per il Gioco d’azzardo patologico dell’Asp di Siracusa di cui è responsabile il direttore del Dipartimento Salute mentale Roberto Cafiso sarà impegnato, nelle giornate del 10 e 11 ottobre, in attività di formazione rivolte agli operatori sanitari che a vario titolo si occupano di ludopatia e agli studenti delle scuole superiori della provincia.

«La prevenzione della salute riguardo le ludopatie- sottolinea Roberto Cafiso– deve essere una azione affrontata attraverso la partecipazione attiva della società civile, Asp, Comuni, Scuola, Magistratura, Forze dell’Ordine, Camera di Commercio, Associazioni, eccetera. A tal proposito è necessario un percorso incentrato sul confronto tra ottiche e linguaggi differenti per pervenire ad una progettualità condivisa, con un patrimonio comune di conoscenze e strumenti di lavoro specifici delle diverse istituzioni di appartenenza».

Il primo degli step utili sarà rappresentato da un intervento di formazione rivolto sia agli operatori sanitari che a vario titolo si occupano di gioco d’azzardo, sia ai componenti del Coordinamento provinciale che si terrà nelle giornate del 10 e 11 ottobre nella sede dell’Unità operativa Formazione permanente di cui è responsabile Maria Rita Venusino ubicata all’ospedale Rizza in viale Epipoli.

Contemporaneamente si terrà una serie di conferenze dal titolo “Fate il nostro gioco” che interesseranno gli studenti delle quinte classi degli istituti superiori. Le conferenze saranno in totale 4, una per ogni Distretto sanitario di Augusta, Lentini, Noto e Siracusa.

«”Fate il nostro gioco”- spiega Cafiso – si fonda su un ampio studio della matematica del gioco d’azzardo, completamente originale, condotto da Paolo Canova e Diego Rizzuto, un matematico e un fisico torinesi e nasce da un obiettivo e da una precisa convinzione. L’obiettivo è quello di svelare le regole, i piccoli segreti e le grandi verità che stanno dietro all’immenso fenomeno del gioco d’azzardo in Italia. La convinzione è che il modo migliore per farlo sia usare la matematica come una specie di antidoto logico, per creare consapevolezza intorno al gioco e svelare i suoi lati nascosti».

Il Coordinamento provinciale permanente per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico di Siracusa opera all’interno dell’Area delle Dipendenze patologiche ed è stato istituito con delibera dell’Asp di Siracusa nell’agosto del 2015 secondo le linee guida dell’Assessorato regionale della Salute. Ne fanno parte l’Osservatorio epidemiologico provinciale delle Dipendenze, i Sert di Siracusa, Augusta, Lentini e Noto, l’Unità operativa Educazione alla Salute, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, delegati di Enti, Ordini professionali, Comitati e Associazioni che operano nel territorio.

Nella foto la prima riunione di insediamento lo scorso anno del Coordinamento provinciale permanente gioco d’azzardo patologico, presente il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati