Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'annuncio

Garibaldi-Centro, riapre l’ambulatorio di diagnosi e cura dell’epilessia

La responsabilità della struttura è affidata a Mariangela Panebianco, dirigente neurologo in servizio presso l'U.O.C. di Neurologia.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. Riapre, dopo qualche mese, l’ambulatorio dedicato alla diagnosi e alla cura dell’epilessia, una struttura fondamentale per un settore della neurologia di rilevante incidenza sul territorio. L’epilessia è malattia neurologica cronica, invalidante, che colpisce tutte le fasce di età e che interessa l’uno per cento della popolazione, circa 500.000 cittadini italiani, con 25 000 nuovi casi ogni anno. Questa malattia può essere definita come una disfunzione intermittente dei sistema nervoso, causata con probabilità da una scarica improvvisa, eccessiva e disordinata di neuroni cerebrali.

La responsabilità della struttura è affidata a Mariangela Panebianco, dirigente neurologo in servizio presso l’U.O.C. di Neurologia dell’Arnas Garibaldi. «La cronicità delle crisi epilettiche- afferma la neurologa- è un fattore importante, che si aggiunge agli impressionanti dati statistici sull’epilessia. Una terapia ben riuscita dipende dall’esatta classificazione del tipo di crisi e della sindrome epilettica, seguita dalla selezione di un appropriato farmaco antiepilettico ad un giusto dosaggio».

L’ambulatorio, fortemente voluto dal direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Fabrizio De Nicola, sarà subito a disposizione dei cittadini ogni mercoledì mattina presso gli ambulatori del presidio ospedaliero di Piazza Santa Maria di Gesù. «L’epilessia- afferma De Nicola- è un problema attuale e di grande rilevanza, tanto da essere riconosciuta nel nostro Paese addirittura come malattia sociale. Proprio da questa semplice riflessione nasce l’esigenza di un Centro specializzato nella diagnosi e cura della patologia epilettica anche nel nostro territorio. Si tratta di una struttura in grado di rispondere con professionalità e tempestività alle numerose richieste che giornalmente ci arrivano».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati