Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
dislessia farmaci oncologici

Emergenza urgenza

Commissione Sanità dell'Ars

Gallluzzo (DB): «L’Areus sarà la cabina di regia dell’emergenza-urgenza siciliana»

Il componente della Commissione Sanità dell'Ars: "Si attuerà un percorso vrituoso, e la Seus resterà in vita con la salvaguardia dei livelli occupazionali".

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Si attua finalmente un nuovo percorso virtuoso, che vede protagonisti tutti coloro che operano nella sanità e mette al centro i servizi. L’Areus avrà un’essenziale funzione, sarà cioè la cabina di regia dei vari bracci operativi dell’emergenza-urgenza siciliana. E anche dopo la sua costituzione, la Seus resterà in vita e tutti i suoi 3.200 dipendenti, tra soccorritori ed amministrativi, avranno la garanzia della salvaguardia dei propri livelli occupazionali».

Lo afferma il deputato regionale di “Diventerà Bellissima” Pino Galluzzo (nella foto), componente della Commissione Salute dell’Ars, dove ieri mattina si è tenuta un’audizione alla presenza dell’assessore alla Salute, Ruggero Razza, del neo presidente del Cda della Seus, Davide Croce, e di Alberto Zoli, direttore generale dell’Areu e referente per la Lombardia dell’attuazione del protocollo d’intesa sottoscritto dai governatori Nello Musumeci e Attilio Fontana.

«Le modalità di attuazione del protocollo di intesa saranno discusse con i sindacati e in seno all’Ars. L’obiettivo è dare vita in tema di emergenza-urgenza extraospedaliera ad un “governo” unitario e uniforme delle competenze assegnate su tutto il territorio regionale, secondo principi di centralizzazione ed efficientamento».

Infine, Galluzzo conclude: «L’Areus accorperà le quattro centrali operative del 118, attualmente in capo agli ospedali, il centro regionale trapianti e il centro per la raccolta del sangue. La stessa Seus resterà operativa e chi non è più idoneo al ruolo di soccorritore potrà essere formato per espletare mansioni diverse. Infine, sarà potenziato il servizio di elisoccorso, aumentando il numero di elipiste e garantendolo h24 in tutte le relative postazioni. Omogeneizzare il servizio e renderlo efficiente su tutto il territorio regionale è l’obiettivo».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati