Salvatore Gibiino

Sanità privata

La vertenza

Fumata nera in assessorato: specialisti convenzionati pronti a sospendere i servizi

Il Cimest: «In gioco la salute dei siciliani e i posti di lavoro del personale degli ambulatori privati che questa situazione pone a forte rischio».

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Arriva una “fumata nera” durante il vertice in assessorato alla Salute: gli Specialisti Convenzionati Esterni sono pronti all’agitazione. «Sospenderemo i nostri servizi il 15 maggio quando si esaurirà il budget provvisorio assegnato, ma daremo vita anche ad altre iniziative come, ad esempio, una manifestazione davanti alla Presidenza della Regione» annunciano in un comunicato stampa dal Cimest (Coordinamento Intersindacale Medicina Specialistica di Territorio).

«Inoltre in collaborazione con il Codacons informeremo i cittadini del loro diritto ad avere rimborsate dalle ASP le prestazioni che non possono essere erogate entro i tempi di attesa- aggiungono- Sono in gioco non solo la salute dei siciliani, perché in tanti saranno esclusi oltre ad allungare ulteriormente le liste d’attesa, ma anche i posti di lavoro del personale in forza agli ambulatori privati che questa situazione pone a forte rischio».

Il vertice era stato convocato per discutere degli aggregati di spesa ovvero le risorse economiche da destinare per l’anno in corso a laboratori analisi, ambulatori, poliambulatori, studi dentistici e altri studi specialistici a copertura delle prestazioni erogate in convenzione con la sanità pubblica. Un’ulteriore riunione in assessorato è prevista il prossimo 8 maggio.

Durante il vertice di oggi in assessorato erano presenti per il Cimest il presidente Salvatore Calvaruso ed i coordinatori Domenico Garbo e Salvatore Gibiino (nella foto). Secondo i rappresentanti dei medici «nessuno dato richiesto è stato fornito ma solo numeri senza significato. Il direttore strategico ha presentato un conteggio assolutamente insufficiente ma, in ogni caso, l’assessore ha bloccato tutto escludendo di fatto i Medici Specialisti Convenzionati Esterni dalla prevenzione secondaria e terziaria».

Dal Cimest aggiungono: «Anche la richiesta del numero e dell’entità economica delle prestazioni da parte del settore pubblico per parametrarlo con i numeri sia come prestazioni sia dal punto di vista economico del privato, non ha avuto alcuna risposta. Lo scopo di questa richiesta aveva l’obiettivo che, una volta per tutte, i cittadini potessero sapere come la Regione Siciliana spende i soldi dati dallo Stato per le visite specialistiche».

Sottolineano Calvaruso, Domenico e Gibiino: «Ricordiamo all’assessore Volo che un suo predecessore aveva scritto nel Piano Sanitario Regionale che i Medici Specialisti Convenzionati Esterni sono una risorsa irrinunciabile per l’intero sistema sanitario siciliano. L’intera categoria chiede un immediato intervento personale del presidente Renato Schifani affinché moderi il suo assessore che non si può permettere di offenderci».

La frase attribuita all’assessore e smentita da Giovanna Volo

Questa ultima considerazione è per una frase attribuita dal Cimest a Giovanna Volo: «Siete imprenditori in cerca di denaro». Tuttavia, contattata da Insanitas Giovanna Volo sottolinea: «Smentisco di aver mai detto che i rappresentanti del Cimest sono in cerca di denaro, come mi viene attribuito. Ho soltanto detto, ma come riconoscimento del loro lavoro, che sono imprenditori privati e come tali rispettabilissimi per l’attività da loro scelta».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche